Annunci Dynit: tutte le novità in uscita in autunno

Dynit ha annunciato sei nuovi volumi che saranno pubblicati tra la fine del 2022 e i primi mesi del ...

Annunci Dynit: tutte le novità in uscita in autunno

Dynit ha annunciato sei nuovi volumi che saranno pubblicati tra la fine del 2022 e i primi mesi del ...

il Red Bull 64 Bars live a Scampia

  Speriamo ardentemente che in futuro Scampia non venga più additata, per antonomasia, come lu...

La "Corricella" di Ruben D'Agostino: il recupero di piazzetta Belvedere omaggia Procida

Ruben D'Agostino, già noto per il suo Tetris Urbano, l'Albero di Salvataggio (fai clic qui ...

Voto ai fuorisede italiani: la legge passa di nuovo in secondo piano

Nell’ultima settimana di luglio la Camera dei deputati avrebbe dovuto discutere la legge per il voto...

Bonus psicologo: finzione o realtà?

Ormai da molti mesi è argomento di discussione la possibilità di concedere un bonus psicologo ai cit...

Ultimi Articoli

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Annunci Dynit: tutte le novità in uscita in autunno
Agosto 04
Dynit ha annunciato sei nuovi volumi che saranno pubblicati tra la fine del 2022 e i primi mesi del 2023.   SNOWBALL EARTH di Yūhiro Tsujitsugu da novembre 2022 “Fantascienza distopica e robot per un’opera prima che ha già ricevuto il plauso di artisti del calibro di Hideaki Anno, Hideo Kojima e ONE”.   MANSHŪ AHEN SQUAD di Tsukasa Monma e Shikako da febbraio 2023 “Seinen d’azione ambientato in Manciuria, nel 1945, tra i trafficanti d’oppio”.   HANA AND THE BEAST di Chihiro Yuzuki da febbraio 2023 “In un mondo in cui umani e lupi antropomorfi vivono separati, una ragazza varca il confine che li separa… ad altissimo tasso erotico”.   CHI. IL MOVIMENTO DELLA TERRA (titolo non definitivo) di Uoto da gennaio 2023 “Polonia, XV secolo: in un’epoca in cui gli eretici vengono bruciati al rogo, un manipolo di studiosi sfida il geocentrismo imperante… Opera insignita nel 2022 del prestigioso premio culturale Osamu Tezuka, di cui è stato appena annunciato un anime firmato dallo studio Madhouse”.     I GRANDI MAESTRI DELLO STUDIO GHIBLI: ISAO TAKAHATA e HAYAO MIYAZAKI (titolo non definitivo) di Toshio Suzuki volume unico a novembre “Toshio Suzuki ripercorre la storia dello Studio Ghibli, attraverso le sue opere più rappresentative e i retroscena della loro produzione. Il volume contiene un’esclusiva conversazione tra Suzuki, Takahata e Miyazaki”.     DOVE TORNA IL VENTO: DA NAUSICAÄ A LA CITTÀ INCANTATA (titolo non definitivo) di Hayao Miyazaki volume unico a dicembre “Una raccolta di articoli, saggi e interviste per scoprire il pensiero e la visione del mondo di uno dei registi d’animazione più apprezzati al mondo”.       Link alle immagini: https://www.anime-planet.com/manga/snowball-earth - https://mangakakalot.to/manshuu-ahen-squad-35784 - https://www.amazon.it/Hana-B%C3%AAte-2-Chihiro-Yuzuki/dp/2382751274 - https://fumettologica.it/2022/07/nuovi-manga-dynit-2022/ - https://www.animeclick.it/notizie/tags/manga-dynit
Annunci Dynit: tutte le novità in uscita in autunno
Agosto 04
Dynit ha annunciato sei nuovi volumi che saranno pubblicati tra la fine del 2022 e i primi mesi del 2023.   SNOWBALL EARTH di Yūhiro Tsujitsugu da novembre 2022 “Fantascienza distopica e robot per un’opera prima che ha già ricevuto il plauso di artisti del calibro di Hideaki Anno, Hideo Kojima e ONE”.   MANSHŪ AHEN SQUAD di Tsukasa Monma e Shikako da febbraio 2023 “Seinen d’azione ambientato in Manciuria, nel 1945, tra i trafficanti d’oppio”.   HANA AND THE BEAST di Chihiro Yuzuki da febbraio 2023 “In un mondo in cui umani e lupi antropomorfi vivono separati, una ragazza varca il confine che li separa… ad altissimo tasso erotico”.   CHI. IL MOVIMENTO DELLA TERRA (titolo non definitivo) di Uoto da gennaio 2023 “Polonia, XV secolo: in un’epoca in cui gli eretici vengono bruciati al rogo, un manipolo di studiosi sfida il geocentrismo imperante… Opera insignita nel 2022 del prestigioso premio culturale Osamu Tezuka, di cui è stato appena annunciato un anime firmato dallo studio Madhouse”.     I GRANDI MAESTRI DELLO STUDIO GHIBLI: ISAO TAKAHATA e HAYAO MIYAZAKI (titolo non definitivo) di Toshio Suzuki volume unico a novembre “Toshio Suzuki ripercorre la storia dello Studio Ghibli, attraverso le sue opere più rappresentative e i retroscena della loro produzione. Il volume contiene un’esclusiva conversazione tra Suzuki, Takahata e Miyazaki”.     DOVE TORNA IL VENTO: DA NAUSICAÄ A LA CITTÀ INCANTATA (titolo non definitivo) di Hayao Miyazaki volume unico a dicembre “Una raccolta di articoli, saggi e interviste per scoprire il pensiero e la visione del mondo di uno dei registi d’animazione più apprezzati al mondo”.       Link alle immagini: https://www.anime-planet.com/manga/snowball-earth - https://mangakakalot.to/manshuu-ahen-squad-35784 - https://www.amazon.it/Hana-B%C3%AAte-2-Chihiro-Yuzuki/dp/2382751274 - https://fumettologica.it/2022/07/nuovi-manga-dynit-2022/ - https://www.animeclick.it/notizie/tags/manga-dynit
il Red Bull 64 Bars live a Scampia
Agosto 01
  Speriamo ardentemente che in futuro Scampia non venga più additata, per antonomasia, come luogo famigerato, pieno di spacciatori e delinquenti che vivono sotto l’ombra delle “famose” vele o ricordata come il sito in cui si è girata la fiction “Gomorra”.   In questi anni ci sono stati molti cambiamenti positivi, argomento di cui avevamo già scritto in un’altra sezione del nostro giornale. Ma sembra che si sia parlato al vento perché i pregiudizi sono rimasti, alimentati sopratutto da una stampa ostile che spesso presenta con meraviglia le novità del territorio perché per lei è più facile pescare nel torbido.   La piazza Giovanni Paolo II aka piazza Ciro Esposito sta diventando il fulcro di molti spettacoli all’aperto. Infatti a giugno scorso c’è stato il concerto a sorpresa del cantante romano Ultimo che, a fine esibizione, aveva spiegato ai fans di esser stato orgoglioso di esibirsi qui e che soltanto la musica poteva veicolare un messaggio per contrastare le malelingue sui quartieri popolari di Napoli e Roma.   Giorni fa, la nota casa di bibite, Red Bull, ha dato notizia, sul proprio sito, che proprio in quell’agorà, ad ottobre, ci sarà il “Red Bull 64 Bars Live”, un mega concerto che vedrà esibirsi senza sosta sul palco Ernia, Fabri Fibra, Geolier, Guè, Madame, Marracash e Dj Ty1. L’organizzatore, in collaborazione col programma di “Napoli, Città della Musica”, ha annunciato che alla manifestazione parteciperanno anche artisti locali che faranno da supporto a quelli del main event e ha promesso altresì che la futura kermesse permetterà agli spettatori di assistere ad un’esperienza nuova e lontana dai consueti festival.   Per chi fosse interessato ad assistere al concertone, comunichiamo che dovrà acquistare i biglietti sulla piattaforma di Ticketmaster (clicca sul nome) o che potrà vederlo in streaming su YouTube, e successivamente on demand e sul canale “Red Bull Droppa”.   Siamo sicuri che attraverso questo tipo di eventi o altre iniziative simili, non solo si invertirà la mobilità urbana dal centro alla periferia, ma si darà ai mass-media un nuovo tipo di footage che possa escludere definitivamente i simboli della malavita e del degrado urbano.
La "Corricella" di Ruben D'Agostino: il recupero di piazzetta Belvedere omaggia Procida
Luglio 29
Ruben D'Agostino, già noto per il suo Tetris Urbano, l'Albero di Salvataggio (fai clic qui per saperne di più) e per la querelle del Joker (maggiori informazioni qui), torna a far parlare di sé con un'opera che omaggia l'isola di Procida, Capitale della Cultura del 2022: l'artista vomerese ha infatti contribuito con un disegno che ritrae la Marina di Corricella, iconico borgo dell'isola campana.     L'opera rientra in un progetto di più ampio respiro volto a "recuperare" piazzetta Belvedere, angolo di Vomero che fino a poco fa versava nel degrado più assoluto e che adesso, grazie allo sforzo di cittadini e volontari, è diventato un luogo di incontro e scambio culturale. Già da alcune settimane è infatti attivo un punto di book sharing con colorate cassette da cui prendere in prestito uno o più libri; parallelamente una serie di targhe colorate realizzate dallo stesso D'Agostino offre un'alternativa alle grigie lapidi degli odonimi.     Allo stesso modo, sono state riverniciate le panchine, così come i vecchi armadietti della Telecom, abbelliti da vedute e paesaggi realizzati dall'artista: tale iniziativa non si è però limitata a piazzetta Belvedere, ma ha interessato altre strade, come calata San Francesco, che fino a poco fa si mostrava come una discarica a cielo aperto e che adesso è abbellita anche da alcune fioriere acquistate a spese dei cittadini e grazie allo sforzo dell'Avvocato Fabio Procaccini, da sempre al fianco di D'Agostino nella lotta al degrado.     Che cos'è la cultura? Difficile rispondere a una simile domanda, ancora di più negli angusti limiti odierni; tuttavia è innegabile come la nostra cultura (intesa tanto nel senso di popolo e/o gruppo sociale quanto in quello di singolo individuo) influisca sul modo in cui interpretiamo l'universo e sui significati che attribuiamo alla realtà che ci circonda. In tal senso, alcuni comportamenti dai quali scaturiscono molti dei problemi della nostra città, vengono troppo frettolosamente e superficialmente etichettati come insiti nel nostro DNA, come se fossero parte della nostra "cultura", rigorosamente tra virgolette.     È opinione di chi scrive che tali assunti siano da combattere con forza e che non esista un rapporto di causa ed effetto tra la nostra cultura (intesa, di nuovo, come filtro di percezione per interpretare la realtà) e il degrado in cui versano alcune aree della città, o, mutatis mutandis, del Meridione o dell'intero paese. Ma quand'anche fossimo in errore, e la maleducazione, la mancanza di rispetto per il proprio territorio e le proprie radici fossero ormai la regola e non l'eccezione, resterebbe la luce di simili iniziative, veri e propri esempi di una controcultura positiva.  
Voto ai fuorisede italiani: la legge passa di nuovo in secondo piano
Luglio 28
Nell’ultima settimana di luglio la Camera dei deputati avrebbe dovuto discutere la legge per il voto dei fuorisede italiani, ma questo non è accaduto a causa delle elezioni politiche anticipate. Questo comporta il fatto che 4,9 milioni di persone fuorisede non potranno votare.   Dopo le dimissioni di Mario Draghi in Italia è facile comprendere che le prossime elezioni politiche potrebbero essere quelle con la più bassa partecipazione della storia d’Italia, sebbene il voto di tutti potrebbe essere determinante per il futuro del Paese. Dopo le votazioni in Parlamento, la credibilità dei partiti italiani potrebbe essere difficile da ricostruire, nonostante ciò ci sono molti mezzi per favorire la partecipazione al voto dei cittadini. Uno di questi mezzi è l’approvazione di una legge che permetta il voto ai fuorisede anche in Italia. Altre soluzioni alternative potrebbero essere l’accettare una votazione per delega, mandare il proprio voto per posta, anticipare la votazione oppure effettuarla in un seggio speciale come già avviene in molti altri paesi.   Sembra assurdo pensare che coloro che non hanno le possibilità economiche o tempistiche per tornare nel proprio luogo di residenza non possano esercitare il loro diritto di votare. Questa mancanza di legge per concedere il voto ai fuorisede fa sì che tanti giovani perdano la possibilità di farsi ascoltare e di scegliere qualcuno che rifletta i propri interessi e propositi. Un’altra evidente anomalia in questo meccanismo sta nel fatto che, tanti italiani all’estero, abbiano la possibilità di votare anche a distanza essendo spesso determinanti nelle votazioni, mentre questo non è possibile ai fuorisede che vivono In Italia. Dall’estero, infatti, possono votare per corrispondenza anche i cittadini italiani che per motivi di lavoro o studio si trovano per un periodo di almeno tre mesi in un Paese estero in cui non sono residenti.   Un’ulteriore incapacità gestionale della politica italiana si nota dal fatto che l’Italia, insieme a Malta e Cipro, è tra gli unici Paesi europei a non dare alcuna possibilità di voto ai cittadini fuorisede. Molti studenti e lavoratori fuorisede potranno ottenere appositi permessi per i giorni in cui devono tornare a casa per esprimere la propria preferenza elettorale e avranno agevolazioni e tariffe scontate per i mezzi con cui spostarsi, ma questo non è sufficiente. Chiunque potrà votare solo nel proprio seggio di appartenenza ma dovrebbe essere un diritto poterlo fare ovunque ci si trovi per dare il proprio parere e contributo riguardo la situazione del proprio Paese d’origine. È facile pensare che la legge che avrebbe concesso il voto ai fuorisede italiani sia passata in secondo piano per agevolare alcuni partiti a non avere impedimenti elettorali dovuti al voto di tanti giovani che, attualmente, non vivono in Italia e che avrebbero potuto ostacolare i loro piani politici. Il motivo più rilevante di questo rinvio resta però il fatto che i politici abbiano come priorità la propria campagna elettorale in vista delle elezioni di Settembre.                 Link alla foto: https://img.lacstatic.it/_photo/ARCHIVIO-NUOVO/2020/GENERICHE/2020_elezioni_scheda_elettorale_ansa.jpg
Bonus psicologo: finzione o realtà?
Luglio 28
Ormai da molti mesi è argomento di discussione la possibilità di concedere un bonus psicologo ai cittadini. Questa necessità è diventata sempre più evidente da quando più persone hanno iniziato a percepire le ripercussioni delle quarantene dovute al COVID-19. Il 25 luglio è stata finalmente approvata la possibilità di fare richiesta per il bonus psicologo fino al 24 ottobre. Questo bonus è stato approvato a febbraio come emendamento al decreto Milleproroghe firmato da Filippo Sensi, deputato del PD. Per poter richiedere il bonus psicologo è però necessario avere un Isee non superiore ai 50.000 € e, dato l’alto numero di richieste e i fondi limitati, saranno stilate delle graduatorie dove avranno la priorità le persone con un Isee più basso. La domanda per ottenere questo bonus va effettuata sul sito web dell’Inps con un’identificazione digitale e, una volta ottenuto, potrà essere usato presso gli psicoterapeuti che hanno aderito all’iniziativa. I cittadini non otterranno, però, nessuna somma diretta ma utilizzeranno un codice univoco con cui lo specialista potrà confermare ogni seduta ed essere rimborsato dall’Inps.   Questa iniziativa può essere sicuramente di aiuto a tante persone che hanno risentito, sulla propria salute mentale, degli effetti che il periodo pandemico ha causato. Il bonus, inoltre, rappresenta un primo passo utile perché mostra, per la prima volta, un interesse verso il disagio psicologico e i bisogni della popolazione. Nonostante ciò, molti credono che questo provvedimento sia molto limitativo e potrebbe causare ulteriori danni a coloro che ne usufruiranno. Questo bonus, infatti, sembra essere destinato a sole 16.000 persone a causa dei limitati fondi messi a disposizione per provvedere a tale problema. Moltissimi cittadini, dunque, non riusciranno a rientrare nella graduatoria per accedere a tale bonus. Tanti altri, che invece potranno farne uso, non potranno avere un percorso terapeutico completo ma saranno costretti ad interrompere le proprie sedute o ad accontentarsi solo di pochi incontri, non avendo un aiuto completo e concreto.   Purtroppo, anche la limitatezza con cui verrà attuato tale bonus rappresenta quanto si sottovaluti la tutela della salute mentale, che invece meriterebbe le giuste attenzioni. Chiedere aiuto e rivolgersi a specialisti può essere necessario per essere più consapevoli della propria condizione, soprattutto dopo momenti difficili come quelli vissuti negli ultimi anni. Questa iniziativa è molto limitata e di sicuro sarebbe opportuno mettere a disposizione più fondi destinati invece ad altre attività. Nonostante ciò, il bonus psicologo potrebbe comunque essere utile e convincere molti giovani ad esternare i propri problemi aprendosi con dei professionisti quando ce n’è la necessità. Molti, infatti, non riescono ad ammettere di aver bisogno d’aiuto ma, normalizzando la possibilità di recarsi facilmente da uno psicologo o da uno psicoterapeuta, tante persone potrebbero comprendere la validità del prendersi cura della propria mente proprio come del proprio corpo.               Link alla foto: https://www.lavorofisco.it/wp-content/uploads/2022/07/psicologo.jpg
Spettacolo nello spazio: le immagini del James Webb Telescope
Luglio 22
"Il cielo è la più grande galleria d’arte ed è proprio sopra di noi". Il pensiero di Ralph Waldo Emerson è decisamente condivisibile se osserviamo le splendide foto dell’universo fatte di recente dal James Webb Telescope. Questo telescopio ha prodotto l’immagine a infrarossi più profonda e nitida dell’universo mai fatta fino ad ora. Pochi giorni fa il presidente statunitense Joe Biden ha svelato al mondo l’ultimo scatto realizzato dal telescopio spaziale James Webb che ritrae l’ammasso di galassie SMACS 0723. La costruzione di questo telescopio è durata 33 anni e il satellite che lo contiene è stato lanciato il giorno di Natale del 2021. Un investimento complessivo di quasi 12 miliardi di dollari nato dalla collaborazione tra NASA, l’agenzia spaziale europea e quella canadese. Il James Webb Telescope, infatti, è il più grande telescopio mai realizzato ed è uno dei progetti più ambiziosi della NASA.   Il James Webb è cento volte più sensibile del suo predecessore ed è in grado di andare oltre 100 milioni di anni post Big Bang; può osservare galassie bambine e individuare le atmosfere dei pianeti extrasolari. A quanto riferito dalla stessa NASA, la porzione di cielo ritratta negli scatti equivale a un granello di sabbia alla distanza di un braccio che risale a 13 miliardi di anni fa. Una fascia di tempo talmente elevata che ci fa pensare che queste galassie ormai non esistano più. Questo telescopio è dunque in grado di catturare onde luminose fino ad oggi invisibili e fotografare l'Universo così come appariva miliardi di anni fa. I rilevamenti ottenuti dal James Webb sono stati possibili grazie alla radiazione infrarossa che, per essere attuata, necessita del mantenimento costante degli strumenti del telescopio a una temperatura di 235 ° sotto lo zero per far sì che il calore non influenzi le immagini. Dato l’utilizzo dell’infrarosso, i colori che noi vediamo vengono detti falsi e sono stati generati dall’applicazione di numerosi filtri sulla la fotografia originale. In questo momento il satellite contenente il telescopio si trova a 1,5 milioni di chilometri dalla terra.   Il James Webb Telescope, inoltre, ha rilevato quella che potrebbe essere la galassia più lontana conosciuta: GLASS-z13, la cui luce proviene da poco più di 300 milioni di anni dopo il Big Bang (tale galassia è ora a 33 miliardi di anni luce dalla Terra). Poiché l’universo si sta espandendo, la luce proveniente dai primi oggetti luminosi che si sono formati dopo il Big Bang deriva da una fonte che si sta allontanando. Questo causa un effetto chiamato Red Shift con il quale la luce emessa da un oggetto in allontanamento ha una lunghezza d'onda maggiore rispetto a quella che aveva all'emissione. Sebbene questo renda più difficile catturare la luce, il James Webb è riuscito a intercettare le onde luminose. Nonostante ciò, i risultati ottenuti fin ora da questo modernissimo telescopio dovranno essere controllati dagli scienziati. Se i rilevamenti del Webb Telescope fossero confermati, suggerirebbero l'esistenza di molte altre strutture antiche e ci aiuterebbe a rispondere alle domande ancora irrisolte sull'origine e il funzionamento dell’universo che ci circonda.             Link alla foto: https://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2022/07/12/010349189-b265006c-af01-455e-b36c-f520903ab284.jpg
Marvel Comics, Spider Man: la nuova serie firmata da Dan Slott e Mark Bagley
Luglio 22
La Marvel Comics ha annunciato che il prossimo ottobre pubblicherà il primo numero di una nuova serie a fumetti mensile dedicata a Spider-Man. Il nuovo progetto sarà scritto da Dan Slott e i disegni porteranno la firma di Mark Bagley.   La nuova testata, che avrà come titolo semplicemente “Spider-Man” e si collegherà a quella di Amazing Spider-Man. Inoltre vedrà Peter Parker di nuovo alle prese con Morlun, il vampiro psichico che vuole assorbire le energie dell’eroe, creato nel 2002 da J. Michael Straczynski.   Dan Slott aveva già lavorato in passato alle avventure di Spider-Man fra il 2008 e il 2018, diventando lo sceneggiatore che ha scritto più storie del personaggio, per Amazing Spider-Man e spin-off come Superior Spider-Man e Spider-Verse. Nel corso della sua carriera, ha sceneggiato anche testate come She-Hulk, Silver Surfer e The Mighty Avengers. Tra il 2018 e il 2022 ha inoltre rilanciato i Fantastici Quattro, in un ciclo di storie che si concluderà a settembre.   Mark Bagley, invece, è uno dei disegnatori più rappresentativi di Spider-Man dal 1991. A metà degli anni ‘90, in particolare, disegnò numerose storie del personaggio scritte da David Michelinie e J.M. DeMatteis, creando graficamente il personaggio di Carnage. Nel 2000, poi, insieme a Brian Michael Bendis, diede vita alla versione Ultimate di Spider-Man, di cui ne ha disegnato le avventure ininterrottamente fino al 2011.     Link alle immagini: https://nerdmovieproductions.it/spider-man-dan-slott-e-mark-bagley-al-lavoro-sulla-nuova-run-a-fumetti/ - https://www.tomshw.it/culturapop/spider-man-in-arrivo-una-nuova-serie-a-fumetti-da-dan-slott-e-mark-bagley/
Mario Draghi si dimette: cosa succederà ora in Italia?
Luglio 22
Una settimana fa il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha presentato le sue dimissioni e proprio ieri ha deciso ufficialmente di dimettersi. Pur avendo ottenuto la fiducia al Senato sulla risoluzione presentata dal senatore Casini, il premier ha deciso di rassegnare le dimissioni nelle mani del capo dello Stato. Il presidente del Consiglio, infatti, nonostante abbia avuto la maggioranza, si è reso conto che il voto di fiducia in Senato era surreale perché molti parlamentari non hanno partecipato alla votazione. In particolare, i partiti che si sono astenuti dal prendersi le responsabilità di questa crisi di governo sono la Lega, Forza Italia e il Movimento 5 stelle. Dopo le dimissioni ufficiali del Presidente Mario Draghi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dovuto dunque firmare lo scioglimento delle camere. Devono passare massimo 70 giorni dallo scioglimento del Parlamento e dunque le elezioni si svolgeranno il 25 settembre. Dopo le elezioni saranno necessari circa 20 giorni per l’insediamento di Camera e Senato e infine si potrà affermare il nuovo governo che non sarà in carica prima di fine novembre.   Nonostante l’accaduto, il governo attuale rimarrà in carica per il disbrigo degli affari correnti: l’esecutivo si limmiterà quindi ad assicurare una continuità amministrativa ricorrendo ad atti urgenti. Come è consuetudine sarà una direttiva della Presidenza del Consiglio dei ministri, probabilmente tramite un DPCM, a indicare quale sarà l’ambito entro cui si muoverà il presidente del Consiglio. Il Consiglio dunque potrà ancora emanare decreti legge date le condizioni di emergenza dovute alla crisi energetica, pandemica e dal caro prezzi aggravato dalla guerra in Ucraina. Il governo, inoltre, può continuare ad adottare i decreti legislativi di attuazione delle leggi delega del Pnrr. Il governo, invece, non potrà più esaminare nuovi disegni di legge a meno che non ci siano chiari obblighi intenzionali, non potrà approvare decreti legislativi e non potrà adottare nuovi regolamenti ministeriali o governativi a meno che non ci siano obblighi internazionali o di legge. Il presidente del Consiglio non potrà più fare nomine a meno che queste non siano vincolate da scadenze indicate da leggi o regolamenti.   Ovviamente, le dimissioni di Draghi sono giustificabili date le modalità con le quali ha ottenuto una instabile maggioranza ma, inevitabilmente, questa sua decisione determina un aumento della crisi in Italia sotto molti aspetti. Per esempio, nella riunione della BCE si è deciso di alzare i tassi di interessi di 50 BPS dopo più di 10 anni a causa dell’inflazione molto elevata e della crisi energetica causata dai rapporti con la Germania. Sebbene negli ultimi anni l’instabilità abbia spesso caratterizzato la situazione governativa italiana, le dimissioni di Draghi rappresentano un duro colpo che andrà a peggiorare la situazione economica, energetica e sanitaria già precaria in questo periodo storico. Solo l’unità può essere la chiave di svolta di questa situazione ma, essendo stata assente tra i diplomatici in Senato, l’unica speranza restano prossime elezioni cittadine.         Link alla foto: https://www.lanotiziagiornale.it/wp-content/uploads/2022/07/Imagoeconomica_1770672-1-scaled-e1657261081480.jpg
Lucca Comics & Games 2022: alcune importanti anticipazioni per la prossima edizione
Luglio 20
Lucca Comics and Games 2022 si svolgerà come sempre all’interno delle mura della splendida Lucca dal 28 ottobre al 1novembre.   Il tema scelto per quest’annoè HOPE, simbolo di energia: “per affrontare le sfide che ci attendono e ritrovare l’armonia perduta, guardando al futuro con la speranza che il nostro mondo sia pronto a trovare nuovo equilibrio. Quel sentimento che nasce spontaneo dentro di noi, quando leggendo i fumetti confidiamo e pensiamo a un mondo migliore, e mentre giochiamo lo plasmiamo e lo modifichiamo.”   A firmare il poster della prossima edizione è uno dei più grandi maestri dell’illustrazione fantasy, Ted Nasmith.   “Hope, Lady of the Dawn, la Signora dell’alba che il maestro canadese raffigura come una divinità nella splendida immagine realizzata per Lucca Comics & Games 2022. Hope è ispirata a Yavanna, divinità del pantheon tolkieniano e rappresenta la ‘guaritrice della natura’. L’albero su cui erge è un olivo antico e i colori della dama dell’alba richiamano la bandiera italiana; i nastri ondeggianti al vento simboleggiano la libertà, la creatività, le differenze. E non potevano mancare i riferimenti alla città di Lucca con le sue splendide mura e il Duomo: San Martino. È così che Lucca con il suo albero sacro, nelle mani di Nasmith, in un attimo diventa Valinor, un regno incantato, un paradiso terrestre… per ridefinire il presente.”   Da domani fino a giovedì 4 agosto saranno in vendita i primi biglietti early birds. Ovvero si potranno acquistare, allo stesso prezzo del 2021, con un piccolo sconto per il venerdì e il sabato, sia i giornalieri sia tutte le tipologie di abbonamento da due, tre, quattro e cinque giorni. La biglietteria con il listino 2022, invece, aprirà dal 1° settembre e da quel momento in poi sarà possibile acquistare tutte le tipologie di biglietto, compresi quelli per i Level Up Fan e i biglietti in prelazione per chi nel 2021 ha acquistato le Bag of Lucca.   Il tetto massimo di biglietti vendibili è stato fissato a 55.000 per la singola giornata.Qualora le condizioni generali e le normative vigenti lo permettessero, nel mese di settembre si valuterà un eventuale ampliamento di questo limite.   Link alle immagini: https://www.tuttosport.com/news/esports/eventi/2022/07/19-94836764/i_biglietti_di_lucca_comics_and_games_2022_sono_disponibili_ai_prezzi_del_2021_a_tempo_limitato - https://fumettologica.it/2022/07/poster-lucca-comics-2022-manifesto/
Il Rock fumante e gentile dei Guns ‘n Roses
Luglio 17
  La rubrica del mese di luglio è dedicata a una delle band più iconiche degli anni ‘80: i Guns ‘n Roses. Un gruppo amato e odiato dal pubblico poiché c’è chi definisce il complesso di Axl Rose come l’ultimo vero archetipo dell’hard rock e chi invece li definisce musicisti sopravvalutati per il loro modo di suonare un edonismo fine a sé stesso e perché dopo il loro bellissimo Appetite For Destruction non hanno mai dimostrato di sapere far di più. Quest’ultimi mentono sapendo di mentire perché tutti, almeno una volta nella vita, hanno cantato a squarciagola November rain o creduto che Live and let die sia stata scritta da loro.   Sono più di 30 anni che si dice che il “rock sia morto”, invece è più vivo che mai purché chi lo suoni riesca a dargli nuova linfa, così anche nel secolo scorso il complesso californiano dei Guns ‘n Roses è riuscito a dare un nuovo sound con melodie e con riff provenienti dal blues, senza rinunciare a sonorità dure, a un genere musicale che pativa. Il merito di ciò va suddiviso tra Slash, chitarrista di origine inglese che, sin quando entrò nel gruppo, portò quel tocco british che andava dai Led Zeppelin ai Black Sabbath, e Axl Rose e grazie al suo intuito geniale capì che bisognava andare aldilà del metal e del punk, inserendo nei dischi anche ballads sdolcinate, intraprendendo così una direzione più commerciale e meno settaria.   Infatti non è un caso che il brano You could be mine fu inserito nella colonna sonora del film Terminator 2 oppure il fatto che tutt’oggi, prima delle partite della NFL, molti spettatori riescono a scaldarsi con le loro canzoni, come Welcome to the Jungle o Sweet child o’ mine, mandate dagli altoparlanti degli stadi.   Ma nonostante le intenzioni di rimanere nel circuito del mainstream, i Guns’n Roses, iniziarono a perdere colpi negli anni’90 sia per le loro divergenze interne che causavano continui litigi, risse sul palco, ma anche perché erano caduti in un’impasse artistico che li portò a rimandare di volta in volta, fino al novembre del 2008, il loro ultimo album in studio Chinese Democracy.               La foto per quest'articolo è stata presa dalla pagina ufficiale facebook dei Guns'n Roses
DC Comics, in arrivo albi speciali sui nemici di Batman
Luglio 15
DC Comics ha annunciato non molto tempo fa che ad agosto ci sarà l’esordio di Batman – One Bad Day. Si tratta di una serie di speciali one shot dedicati ad alcuni fra i più importanti nemici del personaggio e che saranno scritti e disegnati da diversi autori.   Tutti i volumi saranno composti da circa 64 pagine e verranno pubblicati a cadenza mensile. Nel nome, Batman – One Bad Day richiama il monologo del Joker in Killing Joke di Alan Moore e Brian Bolland, quando il criminale spiega all’eroe che a fare la differenza tra la sanità mentale e la pazzia di un uomo può bastare appunto solo “una brutta giornata”. Nonostante questo, il più grande assente fra i personaggi protagonisti di Batman – One Bad Day sarà proprio il Joker.   Tra gli autori che si occuperanno di questi speciali figurano invece alcuni fra i principali sceneggiatori dei fumetti di DC Comics del momento, come Tom King, Joshua Williamson e John Ridley, e i disegnatori italiani Giuseppe Camuncoli e Matteo Scalera, oltre a Mitch Gerads, Howard Porter e Ivan Reis.   Di seguito, tutti gli albi della linea Batman – One Bad Day annunciati, con i loro rispettivi autori e la data di uscita negli Stati Uniti: The Riddler, di Tom King e Mitch Gerads (agosto 2022) Two-Face, di Mariko Tamaki e Javier Fernandez (settembre 2022) The Penguin, di John Ridley e Giuseppe Camuncoli (ottobre 2022) , di Gerry Duggan e Matteo Scalera (novembre 2022) Catwoman, di G. Willow Wilson e Jamie McKelvie (dicembre 2022) Bane, di Joshua Williamson e Howard Porter (gennaio 2023) Clayface, di Collin Kelly, Jackson Lanzing e Xermanico (febbraio 2023) Ra’s al Ghul,di Tom Taylor e Ivan Reis (marzo 2023)   Link alle immagini: https://crast.net/64231/batman-one-bad-day-comic-miniseries-announced-here-are-the-details/
Pink Floyd: a settembre il nuovo remix di Animals
Luglio 10
Finalmente dopo anni di attesa possiamo annunciare che Il 16 settembre prossimo verrà pubblicato il nuovo cofanetto di Animals dei Pink Floyd contente la versione remixata in dolby surround 5.1 del 2018 fatta dal tecnico britannico del suono James Guthrie.   Il nuovo package uscirà sia in formato CD che in LP, ma i collezionisti dovranno attendere fino al 7 ottobre per poter acquistare la “Deluxe Gatefold” in CD, in LP e in audio Blu-Ray. Una edizione in cui verranno incluse diverse chicchette particolari: un booklet di trentadue pagine con immagini del gruppo mai viste, risalenti al periodo di registrazione e del disastrosissimo tour di Animals, cimeli e naturalmente il mixaggio storico del 1977 accompagnato da quello nuovo.   La realizzazione di questo “ultimo” disco era stata stoppata a causa dell’ennesima faida interna che vedeva coinvolti i soliti Dave Gilmour e Roger Waters, per una divergenza sulle nuove note redatte da Mark Blake.   Non sappiamo se i due storici leader hanno risolto la diatriba su un ring o se c’è stato l’intervento di un Deus ex machina, sta di fatto che adesso l’impasse è stato risolto per la gioia di quei fans che indicano Animals come il miglior album dei Pink Floyd.   Sebbene Animals sia un lavoro del secolo scorso, possiamo dire che il suo messaggio è ancora attuale. Non è una raccolta psichedelica; le sue canzoni sono sì dure e arrabbiate, ma fortunatamente sono svuotate dalle paranoie di Waters sulla Seconda guerra mondiale perché il suo sguardo è rivolto a ciò che accadeva all’epoca Thatcheriana usando in prestito i personaggi della Fattoria degli animali: maiali, cani e pecore. Il suo J’accuse è ancora forte e le sue invettive contro chi detiene il potere ci fanno capire che in questi quarant’anni non è cambiato niente. I padroni universali dettano regole e sono distanti dal mondo reale, i politici e i mass media difendendo il loro volere e si trasformano in maggiordomi e il popolo intrappolato da uno stranissimo torpore, non riesce a reagire e accetta con sudditanza che venga sopraffatto dai più scaltri.   La foto per questo articolo è stata presa dal profilo Instagram dei Pink Floyd
Giappone, addio a Kazuki Takahashi, inventore di YU-GI-HO
Luglio 07
È stato ritrovato morto il fumettista e creatore di manga e anime giapponese Kazuki Takahashi. Inventore del gioco Yu-Gi-Oh!, particolarmente popolare negli anni Novanta e nei primi anni Duemila, aveva 60 anni.     Era andato a fare snorkeling al largo di Nago, una delle città dell'arcipelago di Okinawa.,Takahashi è stato ritrovato senza vita nelle acque del lago dalla guardia costiera.   Sia la Guardia Costiera che la polizia stanno attualmente indagando sulle possibili cause che hanno portato alla morte di Takahashi.   Una persona a bordo di un’imbarcazione passata di lì in quel momento aveva chiamato la linea diretta marittima giapponese per segnalare un corpo apparente che galleggiava a 300 metri dalla costa al largo della città turistica di Nago.   Non ci sono conferme al momento e, da quel poco che si può sapere, l’uomo potrebbe anche essere stato aggredito da qualcuno.   Il manga Yu-Gi-Oh! di Takahashi è stato pubblicato su Weekly Shonen Jump dal 1996 al 2004 ed ha dato il via a qualcosa di unico.   Il manga ha lanciato un franchise di successo internazionale che continua ancora oggi con giochi di carte, anime, giocattoli e nuove serie di manga.   Ricordiamo che ultimamente Panini ha anche ristampato un’edizione Deluxe del manga.   Link alle immagini: https://www.animeclick.it/news/95402-addio-a-kazuki-takahashi-lautore-di-yu-gi-oh - https://www.hynerd.it/kazuki-takahashi-addio-autore-yugioh-luglio/ -
Zerocalcare, in autunno arriverà il sequel di Kobane Calling
Luglio 06
In una recente intervista al Salone del Libro di Torino, Zerocalcare ha parlato del suo nuovo progetto, che sarà una sorta di seguito di Kobane Calling.   Il titolo del nuovo graphic novel sarà No sleep till Shengal e vedrà la luce in autunno.     Durante l’intervista ha dichiarato: «È una specie di diario di viaggio che ho fatto a giugno dell’anno scorso nel nord dell’Iraq, in particolare in una regione che si chiama Shengal di cui sono originari gli Ezidi, una popolazione che fa parte del Kurdistan, ma sono di una religione pre-islamica. Per questo gli Ezidi sono scappati da quella regione e poi aiutati dai curdi la hanno ripresa e da allora hanno una specie di autonomia in quella zona. Quella autonomia che si basa sui principi della rivoluzione curda, quindi sulla liberazione della donna, la convivenza tra tutti i popoli e l’autodifesa in questo momento è minacciata dallo Stato iracheno che si vuole riprendere quel territorio e la Turchia che incessantemente li bombarda da un anno, uccidendo la popolazione civile ma anche i rappresentanti dell’autonomia e della amministrazione autonoma perché non vuole esista questa enclave legata ai curdi» ha continuato l’autore. «Siccome era ed è ancora una situazione particolarmente grave, nel senso che da un momento all’altro quell’autonomia rischia di essere spazzata via da queste forze che non la vogliono, il mio nuovo libro serviva ad accendere un po’ i riflettori su quella esperienza specifica.»     Link alle immagini: https://www.artribune.com/editoria/fumetti/2022/06/di-cosa-parlera-il-nuovo-fumetto-di-zerocalcare/ - https://www.romatoday.it/eventi/cultura/zerocalcare-netflix.html
Parte il Ghettolimpo Summer Tour di Mamhood
Luglio 03
  Il cantante milanese Mamhood è reduce da un periodo d’oro che lo ha visto vittorioso al settantaduesimo Festival di Sanremo in coppia con Blanco con la canzone “Brividi”, portata poi, come giusto che fosse,  all’Eurovision 2022,  per  classificarsi  al sesto posto alla kermesse musicale europea  tenutasi a Torino lo scorso maggio.   Questo periodo tutti i cantanti hanno dovuto, per forza maggiore, stare a “riposo forzato” e certamente solo l’adrenalina che offre il palco può mettere un turbo nella loro musica. La voglia di cantare finalmente davanti a un pubblico, in piena estate, non è certo venuta meno a nessuno. Così anche Mamhood il 28 giugno ha annunciato il Ghettolimpo Summer Tour, suddiviso in quindici tappe.   Si partirà  il Il 7 luglio dalla Cavea Parco Della Musica di Roma e si concluderà il prossimo 5 settembre in Piazza dei Signori a Brindisi. Ad accompagnarlo ci saranno i fidati turnisti Francesco Fugazza, Marcello Grillo e Elia Pastori e, pensiamo, che tra uno spettacolo e l’altro, non mancheranno duetti e ospiti a sorpresa.   Attraverso diversi comunicati stampa, il musicista ha fatto intendere che metterà in scaletta sia le sue Hit del momento sia quelle meno recenti, come “Rubini” ,  “Soldi”,  “Nilo nel Naviglio” e probabilmente anche la stessa “Brividi” coadiuvate da arrangiamenti elettronici che proietteranno il pubblico nell’io dell’artista diviso tra l’Italia e l’Africa mediterranea.   Chi volesse acquistare i biglietti può farlo sul sito di Ticketone o su quello dell’organizzatore Friends&Partners scegliendo ovviamente data e luogo (clicca sul nome per accedere al link diretto).   Il calendario  completo del GHETTOLIMPO SUMMER TOUR:   Giovedì 7 luglio 2022 – Cavea Parco della Musica, Roma Sabato 9 luglio 2022 – Brescia Summer Music 2022 (Arena Campo Marte), Brescia Lunedì 11 luglio 2022 – Parco San Valentino, Pordenone Venerdì 15 luglio 2022 – Piazza del Popolo, San Severino Marche (MC) Sabato 16 luglio 2022 – Arena dei Pini, Baia Domizia (CE) Lunedì 18 luglio 2022 – Teatro Antico, Taormina Mercoledì 20 luglio 2022 – Roccella Summer Festival (Teatro al Castello), Roccella Jonica (RC) Venerdì 22 luglio 2022 – Cava del Sole, Matera (con orchestra) Sabato 23 luglio 2022 – Luce Music Fest (Banchina S. Domenico), Molfetta (BA) Martedì 26 luglio 2022 – Gran Teatro Puccini, Torre del Lago (LU) Venerdì 29 luglio 2022 – Castle On Air, Bellinzona (Svizzera) Domenica 31 luglio 2022 – Stadio Comunale Monteponi, Iglesias (SU) Sabato 27 agosto 2022 – Piazza Italia, Loano (SV) Sabato 3 settembre 2022 – Palazzo Te, Mantova Lunedì 5 settembre 2022 – Piazza dei Signori, Vicenza     foto presa da: https://www.facebook.com/photo?fbid=583977783086963&set=a.251571419660936
Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo:«Soddisfatti per la riapertura della Crypta Neapolitana»
Giugno 30
«Siamo soddisfatti delle parole del governatore De Luca e della sua volontà di stanziare ben 12 milioni di euro per la riapertura della Crypta Neapolitana. Rappresenta il migliore riconoscimento per il lavoro svolto dal Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo che, assieme ad altre associazioni, dal 2014 ha organizzato convegni, conferenze, concerti musicali e premi letterari per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di questo inestimabile sito storico; poche settimane fa abbiamo pubblicato anche un volume dedicato all’argomento, che si intitola proprio La Crypta Neapolitana (Edizioni Guida) ed ora le Istituzioni si sono finalmente riunite attorno a un tavolo e si sono dichiarate disposte a collaborare».     Queste le parole del presidente del Club, Fulvio De Angelis, a margine dell’evento con il quale il presidente della Regione ha annunciato i lavori di intervento del tunnel all’interno del Parco Vergiliano. Alla conferenza stampa, alla quale hanno preso parte anche il sindaco Gaetano Manfredi; Marta Ragozzino, Direttrice regionale dei Musei della Campania; Mauro Giancaspro, già Direttore della Biblioteca Nazionale; Fabio Mangone, professore di Storia dell'Architettura presso l’Università degli Studi di Napoli e che ha visto la partecipazione straordinaria del Prof.Alessandro Castagnaro, Governatore in carica del Distretto 2101 Rotary della Campania.   De Luca ha specificato che il finanziamento avverrà attraverso due canali, in parte con i fondi europei e in parte con quelli del bilancio regionale. Nei prossimi mesi, dunque, inizieranno i sopralluoghi necessari e sarà preparato il progetto esecutivo, visto che l’azione è una delle più importanti ed impegnative tanto in termini economici che tecnici, perciò è anzitutto necessario un impegno di consolidamento statico. Il Governatore si è anche mostrato disponibile a recepire, in un secondo momento, la proposta del Club relativa alla realizzazione di un percorso ciclo-pedonale e, all’interno della grotta, di un museo “virtuale” che racconti i duemila anni della sua storia.   «I Beni Culturali rappresentano il ‘soft power’ della nostra città” - ha concluso De Angelis-. “Non era possibile dimenticare un patrimonio di questa rilevanza».
Crisi climatica: le soluzioni del Project Drawdown
Giugno 25
Il cambiamento climatico è un problema serio e lo stiamo notando più che mai in questo periodo di caldo anomalo e di eccessiva siccità. Tutti questi fenomeni che hanno iniziato a colpire anche il nostro Paese sono campanelli d'allarme della crisi climatica che si aggrava sempre di più e che abbiamo a lungo ignorato. Nonostante si parli molto di questo problema, ancora in pochi sanno quali sono le azioni decisive per contrastarlo. Spesso si ricercano metodi innovativi per contrastare il disastro climatico ma i ricercatori di Project Drawdown ci mostrano che abbiamo già le soluzioni.   Project Drawdown è un progetto fondato nel 2014 da Paul Hawken che dà il proprio supporto nel raggiungimento del “drawdown” ossia del punto nel futuro in cui i gas serra nell’atmosfera inizieranno a diminuire. La peculiarità di Project Drawdown è che le soluzioni presentate sono tutte sviluppate per settore e realizzabili immediatamente. Ogni soluzione presentata è economicamente realistica e viene illustrata in due scenari diversi: il primo prevede un aumento di temperatura di 2°C entro la fine del secolo, mentre il secondo limita l’aumento a +1.5°C nello stesso periodo.   Dalle analisi condotte dal Project Drawdown è nato un libro, un atlante mondiale di 100 soluzioni per contrastare il cambiamento climatico e alcune di esse sono molto incisive. Sarebbe opportuno, ad esempio, gestire gli impianti di raffreddamento e i condizionatori che contengono refrigeranti chimici che riducono lo strato d’ozono. Un rimedio utile sarebbe anche la creazione di parchi eolici e di impianti fotovoltaici su scala industriale. La maggiore riduzione delle emissioni di CO2 deriverebbe dall’incremento dei parchi eolici finalizzato a produrre il 22% dell’energia globale, in confronto al 4% attuale. Questa soluzione permetterebbe di risparmiare l’emissione di grandi quantità di gas. Una soluzione efficace per contrastare il cambiamento climatico è anche lo sfruttamento dell’energia solare con pannelli fotovoltaici, che permetterebbe di ridurre tra le 42 e le 119 gigatonnellate di CO2. Sarebbe opportuno anche limitare il settore dei trasporti che produce il 13% dei gas ad effetto serra attuali.   Molte delle soluzioni sono applicabili direttamente da ognuno di noi ogni giorno; è importante ad esempio la diminuzione dello spreco di cibo: un terzo del cibo prodotto a livello globale non viene mangiato dunque sussiste un enorme spreco di risorse e un’inutile produzione di emissioni. Anche l’adozione di una dieta vegetale è uno dei piccoli passi che ogni persona può fare per essere sostenibile nella propria quotidianità e ridurre il proprio impatto ambientale. Il consumo di carne e derivati alimenta un’industria altamente inquinante, che basa la sua rendita sullo sfruttamento del suolo, sul sovraconsumo di risorse, sulla deforestazione e sulle emissioni dirette derivanti dai capi di allevamento. Un’altra delle piccole abitudini che potremmo adottare consiste nel limitare il consumo d’acqua in casa per risparmiare energia.   La verità è che abbiamo sempre avuto le soluzioni per invertire la rotta del collasso climatico ma manca la volontà politica di cambiare la situazione. Project Drawdown fornisce degli spunti estremamente concreti e realistici che i governi di tutto il mondo potrebbero tenere in considerazione nelle loro politiche climatiche e ambientali. Ognuno di noi, inoltre, potrebbe finalmente iniziare a fare la sua parte per migliorare la tragica situazione a cui stiamo andando incontro.             Link alla foto: https://www.wwf.it/uploads/2021/05/shutterstock_106825397-scaled.jpg
Diritto di aborto negli USA: annullato dopo 50 anni
Giugno 25
Era il 1973 e la Corte Suprema degli Stati Uniti aveva preso una decisione storica che stabiliva che la Costituzione degli Stati Uniti proteggeva la libertà di una donna incinta di scegliere di abortire. È il 2022 e la Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito il diritto all’aborto rovesciando la storica sentenza Roe v. Wade che garantiva l’aborto come un diritto a livello federale. Nonostante spesso si dica che il passato insegni e che da esso si possa migliorare, dopo 50 anni negli Stati Uniti il passato invece ritorna in vita. Se storicamente la Corte ha spesso ribaltato le sentenze per ampliare i diritti, questa volta li ha ridotti.   La Corte Suprema, composta soprattutto da giudici conservatori, ha rovesciato con 6 voti a favore e 3 contrari la sentenza che riconosceva l’aborto come un diritto negli Stati Uniti. Adesso saranno i singoli Stati a decidere in autonomia se mantenere o vietare il diritto di interrompere una gravidanza. Oltre la metà degli Stati guidati da conservatori avrà quindi la possibilità di rendere l’aborto illegale. Con questa decisione gli Stati Uniti diventano una delle 4 nazioni al mondo ad annullare il diritto all'aborto dal 1994 insieme a Polonia, Nicaragua e Salvador.   In merito all’accaduto, Barack Obama sostiene che la Corte Suprema abbia relegato una decisione personale di ogni donna alle esigenze di politici e ideologi, attaccando le libertà fondamentali degli americani. Anche il presidente degli Stati Uniti Joe Biden crede che la Corte Suprema con questa decisione abbia messo a rischio la salute delle donne americane. In questo caso, però, non c’è un intervento del presidente che possa cambiare la decisione presa e anche il Congresso attualmente non ha i voti per cambiare il verdetto. Gli elettori dovranno aspettare quest’autunno per provare a cambiare la situazione. La decisione della Corte, per ora, non stabilisce automaticamente una legge nazionale che stabilisce il divieto di aborto. La scelta, invece, spetterà al Congresso. La legge, infatti, sarà approvata a novembre solo se si presenterà una maggioranza di repubblicani anti-abortisti (una legge ha bisogno della maggioranza dei rappresentanti della Camera e di almeno 60 voti al Senato e della firma del presidente degli USA). Nonostante ciò, l’interruzione della gravidanza è già stata dichiarata illegale in Missouri e Texas ma in altri Stati come la California e New York il diritto all’aborto rimarrà e saranno accolte donne che ne necessitano anche da altri Stati.   Questa sentenza è in realtà un richiamo forte anche per noi in Italia e in Europa. Nel nostro Paese, per esempio, nonostante la legge 194 del 1978, in diverse regioni la presenza di molti obiettori di coscienza e la diminuzione di strutture che praticano IVG rende la situazione complicata. Anche questo ci fa capire che, se non si conquistano maggiori spazi di libertà e diritti, c’è il rischio di perdere conquiste che sembravano immodificabili.             Link alla foto: https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/rF23UHM7vuz5NArlycVhvQ--/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTk2MDtoPTUwNg-/https://s.yimg.com/uu/api/res/1.2/P5L33fjKZrRdn0nU5Stzcg--B/aD02MzI7dz0xMjAwO2FwcGlkPXl0YWNoeW9u/https://media.zenfs.com/it/notizie_it_154/62256958fc3c01dd8bbccd3777118d23
Berserk continua! Domani prima uscita del nuovo capitolo
Giugno 23
Il manga Berserk di Kentaro Miura era stato interrotto dopo la morte del suo autore nel maggio del 2021 e per la gioia di tutti i fans  è stato annunciato il proseguo grazie a nuovi autori.   La prossima pubblicazione è prevista sul numero 13 della rivista Young Animal di Hakusensha in uscita in Giappone domani, con il primo di 6 episodi che concluderanno l’arco narrativo lasciato incompleto da Kentario Miura. Dopo la conclusione di questa saga è già in programma di iniziare una nuova avventura.     A realizzare le nuove storie sarà lo Studio Gaga, formato da assistenti e apprendisti di Kentaro Miura, sotto la supervisione del mangaka Kouji Mori.   Mori era un amico d’infanzia di Miura, il quale lo consultava spesso per ricevere aiuto nello sviluppare le trame di Berserk. Dopo la morte di Miura, Mori ha pubblicato un manga, di un solo volume, per raccontare il suo rapporto con l’amico venuto a mancare. Nel comunicato ufficiale di Hakusensha, lo stesso autore ha dichiarato inoltre di conoscere «la storia di Berserk fino alla sua conclusione» e ha promesso di non allontanarsi dall’idea originaria.   Berserk nacque nel 1988 come racconto breve pubblicato da Hakusensha sul mensile Comicomi e si guadagnò una serie l’anno successivo, proprio su Young Animal. Da allora il manga ha raggiunto i 41 volumi, subendo spesso interruzioni della serializzazione. Tradotto in vari paesi del mondo, in Italia Berserk debuttò nel 1996.   Berserk è un fumetto fantasy che ha per protagonista Gatsu, un guerriero che brandisce una spada enorme e viaggia in un mondo dai tratti medioevali popolato da demoni e folli nobili corrotti. Gatsu è tormentato dai demoni attirati da una maledizione e la sua missione è quella di uccidere un vecchio amico trasformatosi in demone.     Link alle immagini: https://docmanhattan.blogspot.com/2020/09/berserk-storia-manga-anime-giochi.html - https://it.ign.com/berserk/193568/news/berserk-continuera-il-manga-capolavoro-di-kentaro-miura-sara-completato-dagli-assistenti-dellautore
I vinvitori dei Kodansha Manga Awards 2022
Giugno 20
I Kodansha Manga Awards sono la premiazione più importante nel mondo dei manga. Nonostante il main sponsor sia la casa editrice Kodansha, i titoli nominati appartengono anche ad altre case editrici, come la Shueisha o Shogakukan. Di seguito tutti i fumetti vincitori di quest’anno.      Vita da slime, diTaiki Kawakami (pubblicato in Italia da Star Comics) Manga ormai giunto al ventesimo volume, Vita da slime racconta la surreale vicenda di un impiegato impunemente accoltellato per strada che mentre sta per morire sente una voce e si ritrova in un altro mondo, reincarnato in uno slime dotato di particolari poteri. Qui intraprenderà un viaggio che porterà la storia in territori fantasy.   Miglior shojo Hoshifuru Oukoku no Nina, di Rikachi (inedito in Italia) Uno josei per l’esattezza, ovvero un manga rivolto a un pubblico di donne adolescenti, che racconta la storia di Nina, un’orfana vissuta in povertà tra stenti e abusi. Un giorno viene venduta come una schiava dal proprio fratello a un nobile che la vuole come rimpiazzo per la sua principessa morta da poco. Nina diventa quindi principessa del Regno di Galgada, ma rimane combattuta tra la sua nuova e vecchia vita.   Miglior manga Hako Zume – Kouban Joshi no Gyakushuu, di Miko Yasu (inedito in Italia) Una commedia poliziesca che segue le vicende di un’aible poliziotta mandata per punizione a lavorare in una piccola città di campagna. Qui incotererà la sua nuova partner, una giovane ragazza che ha scelto di fare la poliziotta esclusivamente per sbancare il lunario.     Link alle immagini: https://www.cartoonmag.it/news/kodansha-manga-awards-vincitori-della-39-edizione.html - https://www.amazon.it/Vita-slime-11-Fuse/dp/8822617983 - https://www.animeclick.it/manga/30104/hoshi-furu-okoku-no-nina - https://www.animeclick.it/manga/33820/hakozume-koban-joshi-no-gyakushuu
Il Reggae bianco dei Police
Giugno 19
A giugno la nostra consueta rubrica musicale ci porta a esplorare una band londinese che è stata sulla cresta dell’onda per oltre trent’anni: i Police, band di abili strumentisti che deve i suoi natali a un giovane americano, Stewart Copeland, appassionato di percussioni sin da giovanissimo.   Questa sua passione lo portò a trasferirsi a Londra, non solo per sviluppare un suo stile batteristico, ma soprattutto per inserirsi nell’ambiente creativo della capitale inglese dove avrebbe potuto intraprendere nuove esperienze musicali.   Grazie alla sua testardaggine riuscì a suonare nel gruppo inglese dei Curved Air coi quali suonò rock progressive per due anni, dal 1975 al 1976, ma ben sapeva che il suo futuro artistico doveva esprimersi in un proprio complesso musicale ed è per questa ragione che invitò a unirsi in questa nuova avventura il bassista dei Last Exit, Gordon Sumner, in arte Sting, e il chitarrista Henry Padovani che, benché attratto dalla proposta di Copeland, rimase nei Police giusto il tempo di registrare il loro primo singolo “Fall Out/Nothing Achieving”, per l’etichetta indipendente Illegal Records, e lasciare poi il posto ad Andy Summers.   Il pubblico iniziò ad apprezzarli perché il loro genere musica non era catalogabile: era un curioso ibrido fra l’energia Punk e melodie Reggae. Non è un caso che alcuni critici musicali hanno proprio definito il loro stile come Raggae bianco.   Anche i meno appassionati non riescono a ignorare i Police, sopratutto perché sono ancora dei tecnici straordinari, ed è impossibile non rimanere indifferenti quando si la voce di Sting, l’artefice di brani di successo come “Roxanne”, un pezzocontroverso e bannato alla sua uscita dalle radio inglesi perché trattava di un amore impossibile tra un ragazzo e una prostituta alla quale si chiedeva di cambiare vita, ma nonostante la censura il brano si posizionò al dodicesimo posto della hitparde britannica nel 1979.   Tuttavia la band non durò a lungo perché, come si usa dire, mai mettere più galli nello stesso pollaio, intendiamoci i Police sono tre artisti straordinari dotati però di un ego smisurato che non permise loro di collaborare nel tempo. Nel 1983 durante un’intervista rilasciata ai microfoni di Martha Queen, Sting e Copeland si tirarono in faccia reciprocamente i loro bicchieri di birra. Per alcuni fu il segno che il i membri della band si odiassero, ma come ha ribadito più volte il batterista, tra di loro ci fu sempre un’aria giocosa, soltanto che quando si trattava di lavorare difficilmente riuscivano ad andarsi incontro e trovare l’armonia necessaria per far “filare” tutto liscio.   Foto presa al seguente link:https://www.facebook.com/photo/?fbid=344471957036343&set=a.259178185565721
Robbie Williams ritorna con una nuova compilation: “XXV”
Giugno 12
Robbie Williams, tramite il suo addetto stampa, ha annunciato che  il prossimo 9 settembre verrà  pubblicata una nuova compilation con le sue hits preferite, nonché brani amati dai fans. Il titolo di questo nuovo album sarà “XXV” e sarà disponibili in diversi formati: il classico disco fisico che comprenderà le versioni standard e deluxe tanto bramate dai collezionisti, ma l’ascolto sarà garantito anche nel formato liquido e digitale sulle varie piattaforme di streaming (Spotify, Tidal, Apple Music, Amazon Music).   I brani sono stati riregistratati e riarrangiati con l’aiuto di Jules Buckley, Guy Chambers e Steve Sidwell e della Metropole Orkest. La tracklist è stata comunicata ufficialmente, e grazie alle notizie diramate dalle agenzie stampa segnaliamo alcune di esse: “Millennium”, “Strong”,  “No Regrets”, e “She’s The One”. Inoltre questa nuova raccolta conterrà tre tracce inedite: “Disco Symphony”, “More Than This” e “The World and Her Mother”.   Con questa playlist, l'intenzione del cantante inglese è quella di festeggiare i 25 anni di carriera solista nata con l’abbandono dai Take That  nel 1996, quando pubblicò il suo primo singolo, Freedom! ’90,  cover di George Michel e successivamente l’album “Life Thru A Lens”, che all’epoca si aggiudicò il primo posto nella Hit-parade britannica.   Tutti gli artisti propongano ogni tot di anni cofanetti con i pezzi che hanno fatto epoca, operazione che spesso serve per rinnovare il copyright, e su questa scia è caduto anche Robbie Williams, ma almeno l’ha fatto con eleganza poiché ha fatto sì che la commercializzazione non fosse il solo fine, ma che la sua musica fosse accompagnata da una ventata di rinnovata freschezza.   Prima elencare la tracklist presente in “XXV”, concludiamo scrivendo che già da adesso gli appassionati possono ascoltare in streaming la nuova versione di “Angels”.   Tracklist della versione standard di “XXV”:   1. Let Me Entertain You 2. Come Undone 3. Love My Life 4. Millennium 5. The Road To Mandalay 6. Tripping 7. Bodies 8. Candy 9. Supreme 10. Strong 11. Eternity 12. No Regrets 13. She’s The One 14. Feel 15. Rock DJ 16. Kids 17. Angels 18. Lost 19. Nobody Someday   Nella versione Deluxe si aggiungono:   20. Lazy Days 21. Hot Fudge 22. Sexed Up 23. More Than This 24. Disco Symphony 25. Better Man 26. Home Thoughts From Abroad 27. The World and Her Mother 28. Into The Silence 29. Angels (Beethoven AI)       L'immagine per questo articcolo è stata presa da Facebook
Webtoon: Naver e Kakao putano al mercato Europeo
Giugno 08
Naver e Kakao, colossi sudcoreani del webtoon, hanno annunciato la loro intenzione di implementare la loro presenza in Europa e di ampliare il numero di webtoon tradotti e prodotti in francese, spagnolo e tedesco.   Parte del business di questi colossi è legato principalmente alla creazione di contenuti in diversi formati, per diversi supporti e pensati per essere tradotti in vari paesi. Tra questi contenuti idonei all’esportazione ci sono ovviamente anche i webtoon. I paesi che Naver e Kakao hanno individuato come primi interlocutori sono stati il Giappone, la Cina e la Thailandia. A seguire sono arrivati gli Stati Uniti.   La novità di questi giorni è invece che sia Naver che Kakao si stanno rivolgendo con sempre maggiore decisione verso l’Europa, concentrando i loro sforzi soprattutto in Francia, Spagna e Germania. Naver è approdata in Europa nel 2019, attivando sulla piattaforma Webtoon una versione in francese e una in spagnolo e aggiungendone anche una terza in lingua tedesca nel 2021.   Questo si tradurrà in un aumento dei titolidisponibili in francese, spagnolo e tedesco e in una politica più incisiva di valorizzazione di nuovi autori e autrici locali, attraverso le modalità che Webtoon ha già ampiamente sperimentato in patria: bandendo in Francia una nuova edizione del concorso che premia le serie originali più seguite e aprendo in Germania Canvas, la sezione della piattaforma dedicata alle autopubblicazioni.   Intanto anche Kakao si è attivata nella stessa direzione. Attraverso Kakao Piccoma, società sussidiaria operativa in Giappone, ha annunciato di voler aprire i suoi servizi in Francia, dove ha già una sede. Non è un caso che anche Kakao abbia scelto di partire da questo paese, dal momento che, secondo le valutazioni della Korea Creative Content Agency, il mercato del fumetto francese è cresciuto di 298 milioni di dollari e ha una previsione di crescita del 3-4% l’anno. Inoltre, la Francia si è dimostrata particolarmente recettiva sul formato webtoon, visto che lo scorso anno quella di Webtoon è stata la app di fumetti più scaricata da Google Play Store.   L’obiettivo dei dirigenti di Kakao e Naver è di fare davvero del webtoon un linguaggio globale. Siamo in attesa di scoprire quale sarà il contributo che a questo progetto darà il pubblico europeo.     Link alle immagini: https://pickool.net/naver-webtoon-reveals-its-statistics-on-its-5th-anniversary/ - https://thelunartreehouse.com/2021/08/09/top-3-free-naver-webtoons-for-studying-korean/

Quando c'era LVI

Venerdì, 22 Aprile 2016 18:43 Pubblicato in Manga & Co

Il mangaka bambino

Sabato, 16 Aprile 2016 00:00 Pubblicato in Nessuna delle precedenti

ROMICS - Quelli che accompagnano

Martedì, 12 Aprile 2016 00:00 Pubblicato in Nessuna delle precedenti

Vacanze Rom-ANIME

Venerdì, 02 Ottobre 2015 13:14 Pubblicato in Nessuna delle precedenti

Cosplay che passione

Venerdì, 09 Dicembre 2011 17:01 Pubblicato in Nerd zone

Agorà

Palcoscenico

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.