“HERITAGE AND EDUCATION - LEARNING FOR LIFE”: GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO APPROVATE ANCHE IN QUESTO INUSUALE 2020

Sabato, 26 Settembre 2020 07:35
  

"Lo scopo dell’apprendimento è la crescita e, la nostra mente, a differenza del nostro corpo, può continuare a crescere fintanto che continuiamo a vivere."

Così affermava il filosofo Mortimer J. Adler e, anche a distanza di anni, le sue parole risultano estremamente attuali.

Il tema dell’apprendimento culturale è stato scelto quest’anno per le Giornate Europee del Patrimonio, con l’espressione “Imparare per la vita”. Dette anche GEP o European Heritage Days, queste giornate rappresentano il più esteso tra gli eventi culturali in Europa dal 1991, anche se non tutti sanno della loro esistenza. Le GEP si svolgono ogni anno nel mese di settembre nei 50 paesi della Convenzione Culturale Europea scegliendo un tema base comune, utile per far sì che i cittadini rilevino la dimensione europea del patrimonio culturale.

In particolare, per sensibilizzarci all’educazione e all’apprendimento, in Italia nel week-end del 26 e 27 settembre si propongono attività didattiche, progetti digitali, visite guidate e aperture straordinarie in luoghi di cultura, parchi archeologici e musei. Sabato sera, inoltre, sono previste aperture notturne dei musei con l’ingresso al costo di 1 euro. Un ottimo modo per passare una serata diversa sotto le stelle, all’insegna della conoscenza dei luoghi più simbolici del paese.

Il fine della manifestazione è far sì che, ognuno di noi, sappia apprezzare il proprio patrimonio culturale e se ne sappia prendere cura; richiamare i vantaggi dell’esperienza culturale e della trasmissione delle conoscenze nella società attuale. Lo scopo dell’evento sarà far capire che la crescita data dall’apprendimento deve essere costante e deve saper unire il sapere tradizionale con le più moderne tecnologie; insomma è importante conoscere bene il passato, per migliorare il presente e il futuro.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020, l’Archivio di Stato di Napoli aprirà al pubblico le sue sale monumentali il giorno 26 e 27 Settembre dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e illustrerà alcuni dei documenti più significativi fra quelli conservati presso la sede dell’ex Monastero dei Santi Severino e Sossio (https://www.beniculturali.it/evento/apertura-e-visite-guidate-della-sede-storica-dellarchivio-di-stato-di-napoli, prenotazione obbligatoria).

Ancora, la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli riprende anche le attività di promozione culturale e di valorizzazione dei fondi posseduto e propone domenica 27 settembre, ore 10:00 – 14:00 un’apertura straordinaria per far conoscere ad un pubblico più ampio il patrimonio librario della biblioteca e far ammirare le monumentali sale che ospitano la biblioteca (l’ingresso in biblioteca, gratuito, sarà consentito esclusivamente su prenotazione ed in sicurezza a piccoli gruppi. È obbligatorio l’uso delle mascherine).

Questi eventi sono anche un’occasione per tornare ad apprezzare la cultura, le arti e la bellezza del nostro paese dopo un periodo d’arresto causato del Covid-19; una valida alternativa ad un fine settimana abitudinario, potendo rimanere in sicurezza e cercando di tornare gradualmente alla normalità.

Ultima modifica il Sabato, 26 Settembre 2020 08:01
Vota questo articolo
(1 Vota)
Letto 115 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.