"The Walking Dead" tra ricordi e futuro

Martedì, 31 Marzo 2020 09:31
  

Nachträglichkeit. Nel pensiero freudiano si riferisce al modo in cui "rileggiamo" gli eventi della nostra vita. Jessica Seymour nota come "our memories define us because they make the story of us—the story we tell ourselves and others to explain why we are the way we are. Our self is a continuous construction, and learning new information about our past can change the way we see and define ourselves".

 

L'ultimo episodio di The Walking Dead si gioca tutto sulla memoria, a cominciare dal titolo stesso,"Look at the flowers", che ci riporta ad uno dei momenti più drammatici (e riusciti!) della quarta stagione, quando Carol uccise Lizzie a sangue freddo. Nei primissimi minuti scopriamo inoltre che la stessa Carol ha stretto un accordo con Negan: liberarlo dalla prigionia in cambio della testa di Alpha. L'ex leader dei Saviors parla esattaemente di "memory" (termine ripreso verso la fine dell'episodio nella chiacchierata con Daryl): attraverso un atto di eroismo, egli vuole riscrivere il ricordo che gli altri membri della comunità hanno di lui. Lo spettatore smaliziato ha compreso che il suo "turn face" è praticamente completo (a meno di grossissimi colpi di scena), e attende il momento in cui anche Michonne e compagni lo capiranno.

 

Il tema del ricordo ritorna con la rivelazione di parte del passato di Beta, ma anche e soprattutto nel modo in cui egli scende a patti con la morte di Alpha; tornando a Freud, i ricordi che interessavano maggiormente il padre della psicanalisi, erano proprio quelli relativi ai traumi. Perciò, guardando indietro al periodo di Half Moon (nome che spiega anche la sua nuova maschera), Beta opera una rilettura del suo sé, e, alla luce della (seconda?) morte di Alpha è in grado di scrivere una nuova narrazione della sua persona: quella che lo vede, infine, come nuovo Alpha.

 

Prima della fine della puntata c'è spazio per un altro ricordo: lo skyline di Atlanta visto da una prospettiva simile a quella della celebre immagine di Rick a cavallo nella prima stagione, e che suggerisce che il cerchio sta per chiudersi (finalmente?).

 

È il momento di tirare le somme: abbiamo assistito a un bell'episodio?

 

Sicuramente il migliore da molto tempo a questa parte, ma comunque non esente da pecche. Le godibilissime parti con Negan non sono ben bilanciate da quelle molto più lente di Carol e dei suoi fantasmi, o da quelle di Eugene & co. Risultato? Il ritmo ne risente terribilmente. Allo stesso modo alcune sequenze non convincono del tutto, come quella in cui Carol si libera con una certa disinvoltura dei detriti che l'avevano bloccata per una notte intera.

 

Infine, chiunque abbia letto il fumetto sa cosa sta per accadere, e, al netto delle inevitabili differenze sarà rimasto felice di sapere che, almeno, Princess (Paola Lazaro) ci sarà.

 

 

 

 

 

Link all'immagine originale: https://serial.everyeye.it/notizie/zombie-tornano-citta-nuovo-episodio-the-walking-dead-10-436511.html

Vota questo articolo
(1 Vota)
Gabriele Basile

I don't believe in many things, but I do believe in duct tape.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.