I 50 anni di Stonewall, Make Italy Queer Again

Venerdì, 28 Giugno 2019 00:00
  

stonewall

 

Giugno è stato scelto come Pride Month in ricordo dei Moti di Stonewall, quando la mattina del 28 giugno   1969 la polizia fece irruzione come spesso accadeva nello Stonewall Inn un locale gay sito nel quartiere  Village a New York. Quel 28 giugno nacque ufficialmente il MLOC,  Movimento di Liberazione Omosessuale Contemporaneo, quando Sylvia Rivera un attivista transessuale reagì all’ irruzione lanciando una bottiglia contro gli agenti e dando il via a 6 giorni di attacchi, reazioni e contrasti.

Migliaia gli individui coinvolti nelle rappresaglie che quella calda mattina di 50 anni fa sono inconsapevolemte diventate il simbolo della refrattarietà a discriminazioni sociali e di genere, simbolo di  politiche solidali e e sostegno tra gruppi della comunità LGBT+.

Adesso che Giugno sta volgendo al termine, proprio a pochi giorni dal 50° anniversario epocale al Roma Pride in un turbinio di colori, musica, tamburi, carri e personaggi in via del tutto fortuita  ci siamo imbatuti in un gruppo molto particolare che porta avanti un progetto interessantissimo., dal nome più che originale Frocya! Make Italy Queer Again.

Ma di cosa si tratta?

 

frocyacolori, musica, tamburi, turbinio, love is love,

 

Frocya nasce dall'idea di tre ragazzi, Emiliano, Claudia e Matteo, che riunitisi grazie alla passione per il Cinema in un momento di sconforto per la situazione lavorativa e sociale attuale hanno deciso di rimboccarsi le maniche e fondere la loro passione veicolandola nel creare contenuti audiovisivi e multimediali sui social, sensibilizzando e allo stesso tempo divertendo gli utenti che si interfacciano ai social.Il Target rientra nella fascia 18-30 anni. I ragazzi di Frocya si occupano di varie "rubriche" e come loro stessi ci dicono : “vorremmo portarne avanti una sul cinema (queer culture, black culture, feminist culture, film le cui maestranze sono donne, o sono persone che si identificano nella comunitá LGBT+, storie ai margini...) Una rubrica, poi, sulla sensibilizzazione nei confronti di artisti e non, che hanno fatto la differenza per l'affermazione dei propri diritti (es. Lina Wertmuller, Sibilla Leramo), e vorremmo poi condividere contenuti audiovisivi originali comici, irriverenti, di denuncia politica e sociale. Siamo ancora in fase di costruzione e piano piano stiamo definendo i margini in cui muoverci peró la nostra missione principale è quella di creare uno spazio multimediale divertente, che possa responsabilizzare il piú possibile i giovani che si interfacciano ai social partendo dalle tematiche lgbt+”.

 

Claudia Calcara (1994) dopo la laurea in comunicazione e scrittura creativa presso la John Cabot University di Roma, lavora come junior copyrighter e assistente alla regia per il cinema. Successivamente  frequenta il master in documentario presso ECIB- Scuola di Cinema di Barcellona (Spagna). Approfondisce la suaformazione in sceneggiatura, frequentando il "Corso di specializzazione per sceneggiatori- S'ILLUMINA" (Mibact - Siae). Attualmente lavora allo sviluppo di progett i indipendent i incollaborazione con Matteo Castellino e Emiliano Sisolfi.

Matteo Castellino (1989)  si diploma come attore e aiuto- regista all’Accademia Internazionale di Teatro di Roma. Dal 2010 recita in vari spettacoli con registi quali Corrado Veneziano, Valentina martino Ghiglia, Andrea Baracco e Vincenzo Manna. Nel 2017 frequenta un corso da documentarista presso la Met Film School di Londra. Successivamente lavora come assistente alla produzione per 'La Silian produzione' . Approfondisce la sua formazione in sceneggiatura, frequentando il "Corso di specializza zione per sceneggiatori- S'ILLUMINA" (Mibact - Siae). Attualmente lavora allo sviluppo di progetti indipendenti incollaborazione con Claudia Calcar e Emiliano Sisolfi.

Emiliano Sisolfi, (1994). Consegue una Laurea in Fotografia, Cinema e Televisione presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli con una tesi intitolata “Il Cinema di Xavier Dolan”. Segue il corso di specializzazione per sceneggiatori presso l'ITS Fondazione Rossellini. Scrive e dirige tre cortometraggi: “Entra”, “Red Velvet” (in concorso al Moviemmece Cinefestival) e “Sto bene” (in post-produzione). Matura esperienze come segretario d’edizione e aiuto regia.  Per 4 anni riveste il ruolo di giurato al Giffoni Film Festival, per un anno giurato al Linea D’Ombra Festival. E’ uno dei primi selezionati per l’esperienza 3 Days at Cannes per il 2018 . Ha da poco concluso terza presenza come accreditato alla Festa del Cinema di Roma.

Per saperne di più questa associazione la si trova su Instagram all’ account : frocyagram o su Facebook alla pagina: Frocya., mentre per chi desiderasse mettersi in contatto conil direttivo l’indirizzo mail è : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Giovedì, 27 Giugno 2019 18:54
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 160 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.