Karl Lagerfeld: una vita tra moda e fotografia

Domenica, 24 Febbraio 2019 15:23
  

Il mondo della moda qualche giorno fa è stato investito dall’improvvisa scomparsa di uno dei suoi pilastri: Karl Otto Lagerfeld.

Stilista, fotografo, esteta e icona di stile, nato ad Amburgo, da sempre il suo nome ha rappresentato indipendenza creativa e ispirazione per molti.

La sua carriera nella moda inizia nel 1955, dopo aver vinto un concorso con un cappotto da lui realizzato. Poco dopo il risultato si ripete in una seconda competizione sponsorizzata dalla Maison di Yves Saint Laurent.

Un’anima d’artista quella di Lagerfeld, che negli anni ha raccolto collaborazioni di spessore: art director insieme a Silvia Venturini Fendi, dell’ omonima casa di moda e della inestimabile francese Chanel, oltre, ovviamente, ad aver creato una linea tutta sua.

Soprannominato da tutti “Kaiser Karl”, per la potenza che lo contraddistingueva in ambito stilistico, è riuscito ad andare oltre l’idea di stilista, oltre l’idea del buon gusto, oltre i limiti del suo stesso lavoro.

“Sono una persona alla moda, e la moda non riguarda solo gli abiti, ma ogni genere di cambiamento”, ed è proprio questo che Lagerfeld ha portato nell’universo così moderno in cui viviamo: cambiamento.

Img 01

La passione per la fotografia, che da sempre l’ha contraddistinto, lo ha portato molto spesso a scattare personalmente le campagne pubblicitarie delle case di moda da lui dirette.

“Amo considerarmi un ‘freelance’. Questa parola è l’unione di ‘free’, libero, come ho sempre voluto essere, e ‘lance’, che ricorda la parola francese ‘lancè’, com’era definita un tempo un’ambita cortigiana. Io mi sento così, libero e mercenario”.

Una vita fatta di libertà, quella dello stilista e che ha sempre rappresentato il suo stile di vita. Fervido sostenitore del seguire i propri sogni ad ogni costo.

Img 02

Ma il vero amore della sua vita era la sua gatta Choupette, che Lagerfeld si divertiva a ritrarre in ogni sua posa.

“Io non potrei mai lavorare, soprattutto leggere, se non fossi completamente solo. Detesto la vita di tipo coniugale e ho un solo grande amore, la mia gattina Choupette: è una presenza meravigliosa, morbida, sfuggente, soprattutto silenziosa”.

Ma definire Lagerfeld semplicisticamente uno stilista risulterebbe riduttivo: Karl rappresenta sicuramente uno dei più grandi e indimenticabili interpreti della moda del secolo odierno.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 237 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.