Nel regno dei Cinemaniac

Domenica, 20 Maggio 2018 00:00
Cinemaniac Logo Cinemaniac Logo
  

 

Cari lettori di MyGeneration se qualcuno di voi volesse intraprendere la carriera di cantanti è bene che sappia che il percorso, anche se uno su mille ce la fa, è pieno di difficoltà e di intoppi.

Purtroppo quegli spazi che una volta aiutavano gli artisti ad emergere stanno scomparendo perché i locali tendono a fare serate di Karaoke o Dj Set; i Talent scout sono in via di estinzione e le case discografiche non vogliono investire a lungo termine su cantanti emergenti, ma sull'usato garantito come i remaster e sulle meteore canore provenienti dai programmi televisivi che hanno molti Follower.

Cinemaniac


Quindi non basta né la passione né il talento, ma bisogna ingegnarsi per ottenere quello che nessuno ti regala: avere un'ottima capacità manageriale per farsi conoscere.
Su questa tematica avremmo potuto intervistare una qualunque band emergente, ma ci è piaciuto parlarne con Giada Torella, voce dei Cinemaniac, perché la sua band mixa spettacolo musicale e allegria. Le loro non sono solo esibizioni musicali, ma trascinano il pubblico con simpatici siparietti.

 

1. Come e quando è nato il vostro gruppo?
L'idea è nata nell'estate 2015 dalla volontà di creare un progetto capace di unire la passione della musica a quella del cinema. Solo nel gennaio 2016, dopo vari tentativi e prove con diversi musicisti, sono riuscita a trovare la giusta formazione e da li a pochi mesi abbiamo iniziato a suonare live.

2. Da che deriva la scelta di interpretare principalmente canzoni tratte dai film?
Interpretiamo solo colonne sonore perché ci piaceva l'idea di arrivare al cuore delle persone facendo rivivere le emozioni scaturite dai film, attraverso la musica. Difatti durante le esibizioni musicali vengono proiettate anche le immagini del film.

3. Usualmente una band musicale sceglie di intraprendere uno specifico genere musicale: Pop, Rock, Discomusic... Con la vostra scelta non pensate di rinunciare ad una propria identità musicale?
No, anzi il cinema è il nostro filo conduttore. L'idea è quella di creare uno spettacolo musicale con supporto video, intermezzi recitati, uso di costumi e di oggetti di scena ed un coinvolgimento attivo del pubblico. Inoltre i brani sono stati interamente arrangiati e spaziare da un genere musicale ad un altro è una prerogativa che ci dà originalità, consentendoci di creare atmosfere diverse durante lo spettacolo.

4. Voi vi esibite principalmente nei locali che una volta venivano frequentate dai Talent Scout. Oggi questa figura non esiste più, tuttavia il locale può essere un trampolino di lancio per l'affermazione della vostra carriera?
È un po' complicato rispondere a questa domanda, perché dipende dal tipo di locale. Mi spiego meglio: attualmente nella nostra città non c'è molto spazio per la musica live. Spesso i locali, più che essere una vetrina per le band, ricercano la musica dal vivo per ampliare la propria clientela. Chiunque abbia suonato a Napoli si sarà sentito dire almeno una volta: "Avete seguito? Quanta gente portate?".
Ecco, questo modo di fare svilisce l'artista in quanto sembra che sia più importante essere un buon PR che un musicista. E' più raro trovare locali che godono di prosperità propria e che investono sulla musica live. Con questo non intendo far nessun tipo di polemica semplicemente ho esaminato negli anni questo fenomeno e credo cha da un lato sono tempi durissimi per chi investe nella gestione di un locale per le numerose spese di gestione, dall'altro canto la musica live non è il genere di intrattenimento che "va per la maggiore" e sta vivendo una lenta e stentata ripresa.

5. Qual è il rapporto che avete con i Social Network? Sulla vostra pagina FB ci sono tanti video con le vostre esibizioni. Sono solo una vetrina o sono messi affinché abbiate una migliore interazione con il pubblico?
È un rapporto stretto ed importante perché è un mezzo per arrivare a più persone possibile. I Social Network sono necessari per pubblicizzare gli eventi ed, indirettamente, il locale che ci ospita. Abbiamo una nostra pagina Facebook aggiornata con foto, link e video.

Cinemaniac2

6. É possibile ascoltarvi via Spotify o su Itunes?
No.
7. Abbiamo saputo che nei vostri spettacoli la gente si diverte. Qual è il vostro segreto?
Si è vero, in genere il pubblico si diverte perché siamo noi per primi a divertirci. L'energia positiva che nasce dal nostro feeling si trasmette in maniera naturale al pubblico che di rimando ci dà nuova carica. Quando si crea quest'alchimia il risultato è pazzesco, una vera bomba di adrenalina e ci sentiamo realmente soddisfatti del nostro lavoro.

8. C'è un momento dei vostri spettacoli che ricordate particolarmente?
Personalmente c'è un momento per me "speciale" : quando a fine esibizione scendo dal palco, spengo il microfono ed abbraccio i miei musicisti, compagni d'avventura ma soprattutto amici. É in quell'abbraccio sudato che raggiungo il culmine della mia gioia. Portare avanti una band non è affatto semplice ma a conclusione di un concerto, sentire l'affetto dei tuoi compagni di squadra è davvero emozionante.
Ringrazierò sempre la musica per avermi dato l'opportunità di condividere momenti indimenticabili con ciascuno di loro. Vorrei citarli e ringraziarli per la loro amicizia e professionalità: Gaetano Salzano alla batteria, Sergio Carleo al basso, Roberto Castaldo alle tastiere, Giovanni Impagliazzo al sax, Lello Cocchiaro e Giuseppe Dardano alla chitarra.

9. La gavetta comprende, come fate voi, proporvi anche per feste private. Qui lo spettacolo, rivolgendosi ad un pubblico ristretto è diverso? Più libero o più complicato?
Ci capita di suonare per feste private ed in queste circostanze cerchiamo di accontentare il più possibile le esigenze del committente.

10. Ci parlate dei vostri prossimi impegni?
Innanzitutto stiamo facendo le prove per il nostro prossimo spettacolo che si terrà a Napoli, l'8 Giugno, al "Dublin pub" (Via Pasquale del Torto, 15) e poi siamo in trattativa per partecipare al "Salento International film festival" che si terrà a settembre. Incrociamo le dita.

 

 

Ringraziamo Giada per la sua disponibilità

 

Foto prese dalla pagina Facebook:

Cinemaniac FB Official Page

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.