Barbara Giangravè, storie di “Inerti” e storie di eroi

Lunedì, 22 Maggio 2017 00:00
  

Inspiring Woman of Italy 2011, Barbara Giangravé (1982) è una giornalista siciliana, distintasi nel proprio lavoro per la determinazione con cui da ormai quattro anni conduce un’indefessa battaglia contro le organizzazioni mafiose italiane.

 

 

Immagine 1

 

Il suo romanzo Inerti (Autodafé 2016) nasce soprattutto dall’esigenza di tradurre in forma artistica il bisogno di raccontare e di raccontarsi. Gioia, donna determinata e solitaria, conduce la sua personale battaglia contro la delinquenza organizzata siciliana. Pervasa da un sentimento di vendetta e dalla voglia di scoprire la verità, la storia di Gioia prende le mosse da una serie di oscure coincidenze che mettono la sua vita e quella delle persone che ha intorno in serio pericolo.

 

L’improvviso licenziamento e un cospicuo numero di drammi irrisolti, convincono la ragazza a tornare nel paesino d’origine, Acremonte, una piccola comunità agricola dell’entroterra siciliano, decimata dal cancro e da altri misteriosi incidenti.

 

Ad insospettire Gioia sono le lapidi del cimitero comunale: le date di nascita e morte dei cittadini di Acremonte confermano il sospetto che da una decina di anni non sia aumentato solo il numero di perdite, ma soprattutto quello di morti giovani. Nel piccolo paesino siciliano ogni famiglia ha i suoi drammi da affrontare: per una grave malattia, per una misteriosa scomparsa o semplicemente per la paura di farsi avanti e puntare il dito contro un’evidente verità.

 

Immagine 2

 

 

La battaglia di Gioia – così come quella che Barbara conduce nella vita reale – si porta avanti non solo contro un nemico, ma anche contro chi ha paura di affrontarlo. Omertà, paura, cattiva informazione e mancata collaborazione - o addirittura occultamento di prove - delle autorità, sono terreno fertile per il radicamento di abusi, traffici illeciti e completa anarchia delle associazioni mafiose.

 

Il romanzo di Barbara Giangravè è, nonostante l’inventio narrativa, una testimonianza di questa difficile battaglia, un resoconto dell’impegno quotidiano di uomini e donne attivi sul territorio italiano con l’unico desiderio di restituire al nostro Paese la propria dignità e ai suoi cittadini il diritto di vivere.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.