Ma Fidel Castro è morto davvero? L’ironia del web...

Martedì, 29 Novembre 2016 18:52
  

Lo scorso 26 Novembre si è spento all’età di 90 anni il leader della rivoluzione cubana Fidel Castro. La sua scomparsa è stata annunciata dal fratello Raul: - Oggi, 25 novembre, alle 10:29 della notte è morto il Capo della Rivoluzione cubana Fidel Castro Ruz: Hasta la victoria, siempre-.

Divenuto Primo Ministro nel 1956, alcuni hanno ritenuto il governo di Castro l’emblema della lotta contro l’imperialismo; altri hanno visto in lui un vero avversario dei diritti umani. Non è questa la sede per interrogarci sulla validità delle scelte del lìder. In che modo la sua morte influirà sulla vita dei cubani e sulla scena politica internazionale, questo se lo chiedono in molti. Per altri, invece, il quesito è a monte: ma Fidel, questa volta, è morto davvero?

FIDEL CASTRO 3 1

Non è la prima volta che viene annunciata come certa la dipartita del comandante della revoluciòn; per poi essere prontamente smentita da Cuba.Questa volta, però, pare che non ci sarà nessuna ritrattazione; ma ciò non ha impedito al web di esprimere tutta la sua confusione al riguardo. Nella maniera più trash possibile!

Partiamo dai tweet più fantasiosi: c’è chi ha sagacemente notato come l’ennesima morte di Fidel Castro è credibile quanto Civati che minaccia di uscire dal PD. C’è chi ha dichiarato con fermezza che se resuscita una volta è Gesù, se resuscita dieci volte è Goku, se resuscita mille volte è Fidel Castro. E pare che, con la sua morte, il leader sia riuscito anche a conseguire un nuovo record, superando in classifica mia nonna. Morta più volte per evitare interrogazioni a scuola! Come non menzionare Spinoza che, sul suo blog, ha osservato come la morte di Fidel Castro sia la migliore risposta di un comunista al Black Friday. Avrebbe mai potuto, in questa occasione, smentirsi Vauro? Mi dispiace, ma la t-shirt è già occupata, commenta il vignettista, in chiaro riferimento alle stampe del volto di Che Guevara.

FIDEL CASTRO 1Stavolta sembra quella definitiva: Fidel non tornerà più ma, in pieno spirito complottista, a noi piace immaginarcelo a conversare con un invecchiato Che e uno smagrito Escobar, ascoltando una Billie Jean cantata a cappella da Michael Jackson.

Il tutto, ovviamente, sul set dove è stato girato lo sbarco di Armstrong sulla Luna.

Vota questo articolo
(1 Vota)
Chiara Pizi

"Definire è limitare", diceva Oscar Wilde. E, a me, pormi limiti proprio non piace. Quello che sono, scoprilo leggendomi! 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.