Radiohead, un riassunto degli ultimi eventi

Giovedì, 02 Giugno 2016 00:00
  

I Radiohead sono sull’onda di un nuovo successo con A Moon shaped pool e da poco hanno ripreso anche con i loro live in giro per l’Europa. Nel frattempo, ne approfittiamo per fare un breve riassunto per chi nell’ultimo mese fosse stato in vacanza su un altro pianeta...

L'ultimo giorno di aprile, alcuni fan dei Radiohead si sono sorpresi nel ricevere un messaggio di posta contenente i versi “Burn the wich – We know where you live”. Il 1 maggio, poi, la band è sparita dal web, cancellando tutti i contenuti dai social e dal sito ufficiale; tutti sanno che l'operazione “how to disappear completely” sancisce l'imminente uscita del nuovo album.

Poi, inaspettatamente, ecco venir fuori come una granata il primo singolo tratto dal nuovo album Burn the witch, il cui video, diretto da Chris Hopewell, è un'animazione in stop-motion e mostra uno scenario apparentemente sereno, quasi fiabesco, per poi trasformarsi quasi immediatamente in immagini sinistre, al limite del grottesco. In un’intervista con Billboard, l’animatore del video Virpi Kittu ne ha svelato infatti il significato, dichiarando che il suo lavoro è nato dall’esplicita richiesta della band di lanciare un messaggio: attirare l’attenzione sull’Islamofobia e sulla paura della diversità di razza presente attualmente in Europa, marcata soprattutto dai politici anti-immigrazione. Questa visione falsata della realtà potrebbe portare le persone all’individualismo, se non alla violenza e a pensieri simili a quelli di una caccia alle streghe, appunto.

Pochi giorni dopo è stato diffuso l'affascinante video del secondo singolo estratto dall’album, Daydreaming.

Il suggestivo video, diretto dal regista Paul Thomas AndersonPaul Thomas Anderson, dura oltre sei minuti e mostra Thom YorkeThom Yorke che si muove in vari ambienti; prima vaga in un ospedale, poi in negozi pieni di gente distratta, passando per corridoi, strade e incantevoli paesaggi naturali. Anche questo secondo brano fa letteralmente “sognare ad occhi aperti”.

Il resto è già epica. L'8 maggio esce A Moon Shaped Pool , reso disponibile in digitale su Tidal e Apple Music, il 17 giugno uscirà invece in  formato fisico. L’album arriva cinque anni dopo The King of Limbs, e mostra come i Radiohead siano rimasti fedeli al loro sound, contaminato da un sapiente uso dell'elettronica mescolata alla semplicità degli strumenti, nonché dell’“impalpabile” suono della voce di Yorke.

Una curiosità: gli 11 brani che compongono il disco sono stati inseriti in ordine alfabetico nella tracklist.

Intanto, pare che nei primi live a Londra e a Parigi, i Radiohead non solo stiano proponendo le tracce del loro ultimo disco, ma che stiano regalando ai fans delle vecchie perle come No Surprises e Creep (suonata per la prima volta dopo ben sette anni). Dell’Italia (ahimè) non se ne parla ancora, ma noi siamo speranzosi e continuiamo ad incrociare le dita.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.