Enigmi e curiosità che (forse) non sai su Lamù!

Giovedì, 07 Aprile 2016 00:00
  

Il 14 aprile ricorrerà il ventesimo anniversario della ricerca di sfatare il mistero della sigla di Lamù. Gli utenti del web hanno già preparato tutto l'occorrente per l'evento: #Escilasigla Day! Sono tantissimi i forum in cui il topic più discusso è questo fantomatico mistero, che dura ormai da troppi anni. I nostalgici si sono cimentati nell'ardua impresa di contattare i responsabili di Retecapri, prima emittente italiana a trasmettere le puntate dell'anime dell'opera più famosa di Rumiko Takahashi, senza riuscire ad ottenere nemmeno un'informazione utile.

 

Lamù 2


Il cartone animato era esilarante, ben riuscito, non è un caso se ha avuto successo in tutto il mondo. Tutti hanno ascoltato e canticchiato quella sigla ed hanno avuto una brutta sorpresa quando si è scoperto che non era possibile acquistarne il singolo in nessun negozio, perché, in realtà, quella canzone non è edita in Italia. Ma allora chi ha scritto questa canzone? Chi l'ha cantata? E come mai nessuno, nemmeno a Retecapri, sa chi sia l'autore?


Non importa quante domande ci poniamo, il punto è che non avremo mai una risposta, poiché nessuno in venti anni è riuscito a saperne di più. Ma questo non è l'unico enigma, il cartone di Lamù è infatti una fonte inesauribile di stranezze e particolari curiosi:

 

Lamù 3

 

  1. 1- Il nome di Lamù in origine era Lum, pare che la Takahashi abbia creato questo personaggio ispirandosi ad un idol bellissima di anni fa, Agnes Lum, per l'aspetto fisico (ha tratto spunto da una sua foto in cui indossa un bikini tigrato), mentre per il suo caratterino vulnerabile, lunatico ed irascibile si sia ispirata a sé stessa.

2- Ten, il cugino di Lamù, si chiama Benten, stesso nome di una delle Sette Divinità della Fortuna buddhiste. Nel fumetto fa la sua prima apparizione nel settimo volume, mentre nel cartone entra in scena già dal terzo episodio.
3- Ataru Moroboshi è perseguitato dalla sfortuna, uno sfigato cronico, non è un caso se è nato il 13 aprile, numero funesto per i giapponesi.
4- Gli ammiratori di Lamù nel fumetto compaiono solo nei primi due volumetti, nel cartone sono una presenza fissa.
5- L'anime presenta rimandi continui ad altri personaggi giapponesi famosi come l'Uomo Tigre (ep.42), Lady Oscar (ep.65), Mazinga (ep.72), l'incantevole Creamy (ep.82) e il magnifico Ken il Guerriero (ep.158). I più attenti avranno notato che la Takahashi si è divertita a fare degli incroci tra i suoi personaggi, in un episodio di Lamù (195) compaiono Kyoko e Godai (Maison Ikkoku), la cortesia è ricambiata nell'episodio 5 di Cara dolce Kyoko, in cui compaio Lamù e Ran. Inoltre, sono numerosi i rimandi alla prima trilogia di Star Wars, gli ammiratori di Lamù sono chiamati "Stormtrooper", nell'ep.89 immaginano di essere i protagonisti de Il Ritorno dello Jedi.

6- Il nome in giapponese, Urusei Yatsura, nella lingua nipponica è un gioco di parole, urusē è la versione colloquiale della parola urusai "chiassoso, rumoroso", usata prettamente da uomini per zittire qualcuno; yatsura è anch'essa una versione colloquiale e significa "quei tizi".

 

Il 14 aprile per partecipare all'evento basterà scrivere un post su Twitter o su Facebook con l'hashtag #Escilasigla Day! Per chi vuol saperne di più, basta fare clic qui per visualizzare la pagina Facebook "Il Mistero della Sigla di Lamù"!

 

Buona festa, fan di Lamù, e un ringraziamento speciale a Sergio Piemonte per le preziose info!

 

Lamù 4

Ultima modifica il Mercoledì, 06 Aprile 2016 14:57
Vota questo articolo
(7 Voti)
Letto 1865 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.