"Fallen Earth"

Giovedì, 07 Gennaio 2016 00:00
  

Come molti sanno, Fallout 4 ormai è uscito da parecchio e, per i più accaniti, si sarà avviato alla conclusione. Cosa facciamo ora? Che domande, lo rigiochiamo una, due o altre venti volte, sapendo che il gioco potrà offrirci ogni volta qualcosa di nuovo. Ma per chi invece non ha apprezzato la linearità delle quest, e magari ha visto che il mondo alla fine non è così grosso come se lo aspettava, cosa c'è a disposizione?

Una mente saggia direbbe di andare a riprendere Fallout 3 e New Vegas e moddarseli fino allo spasmo, ma forse voi non siete proprio appassionati dell'idea di "rigiocare". Se è così, ma il mondo di Fallout vi piace come poche cose al mondo, ho quello che fa per voi: Fallen Earth. E ho un'ottima notizia da darvi: su Steam è gratis.

 

Se siete amanti di Fallout, sapete che la grafica non è la prima cosa, e anche qui vale lo stesso principio: le texture non sono un capolavoro, e questo anche alla qualità massima, ma il gioco vanta una grandezza e una completezza senza pari, oltre ad un'ambientazione che strizza talmente tanto l'occhio a Fallout da poter essere tranquillamente paragonata ad esso. I temi, inoltre, sono davvero molto simili.

 

Il personaggio di partenza è infatti un clone, un sintetico per dirla alla F4, che vede perso il suo vantaggio dell'immortalità (visto che la sua coscienza viene sempre ritrasferita prima della morte) ed ora deve lottare per riconquistarlo in un mondo distrutto e inospitale. Missioni, armi e veicoli (!!!) ci vengono offerti in quantità industriali e molto più personalizzabili rispetto a quelli del brand originale Bethesda, anche se esiste un lievissimo rischio di ripetitività.

 

Fallen Earth

 

Infine, viene da fare una riflessione: questa grafica estremamente caratterizzata ci porterà col tempo a giochi perfetti, ma minuscoli? E' una riflessione ovviamente usurata, per il mondo dei gamer, ma che Fallen Earth ripropone ancora una volta: costruire un mondo enorme è meglio o peggio di costruirne uno meraviglioso? Da fan di Bethesda sono combattuto persino io, ma per fortuna la decisione non va presa ora: mentre comincia l'attesa per il prossimo titolo post-atomico, possiamo iniziare a riempire il nostro bunker videoludico con questa piccola perla.

 

Il gioco è molto consigliato, ma solamente per i fan: la complicatezza di certe dinamiche e la pazienza certosina che ci vuole per fare i conti con i vari bug di gioco appartengono soltanto a chi da Bethesda ha ricevuto gioie e dolori. Chi dai videogames si aspetta solo gioie tornasse a giocare a Minecraft.

Vota questo articolo
(4 Voti)
Letto 1459 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.