"Fallout Shelter"

Martedì, 18 Agosto 2015 00:00
  

Di certo non il Fallout che tutti attendono, Fallout Shelter si propone di essere un palliativo per l'attesa spasmodica del quarto capitolo firmato Bethesda, un po' come Elementary cerca di essere il metadone per quella droga chiamata Sherlock, e targata BBC. Ma, come per Elementary, l'amaro in bocca è un triste quanto noto retrogusto.

 

Fallout Shelter, difatti, è un gioco gestionale per smartphone basato sui "Vault Overseers", i sovrintendenti dei rifugi postatomici dove i personaggi di Fallout, sin dal primo capitolo, vanno a rifugiarsi quando scoppia l'apocalisse. Nel tempo, alcuni escono per non fare mai più ritorno, e altri vivono incredibili avventure. Ma in pochi sanno com'è la vita nel vault. Il gioco si proponeva di farci analizzare questo aspetto, ma la risposta purtroppo è una: noiosa.

 

Sì perché, a parte attacchi di predoni e un late game interessante, l'early game è piuttosto monotono, con spostamenti di personaggi tra i principali edifici di mantenimento (energia, acqua e cibo) e poco altro, inseguendo obiettivi da giochino Facebook classico (arriva a 100 cibo, arriva a 20 abitanti e così via) e soprattutto non offrendo neppure un centesimo di quello che ci si aspetta da un gioco della saga Fallout.

 

Fallout Shelter

 

Ovvio, direte voi, Fallout è stato sviluppato in 5 lunghi anni. Giusto, e allora perché far uscire un gioco in 5 mesi, che probabilmente avrà stancato tutti in cinque giorni? Bethesda punta sulla rigiocabilità, sulle scelte multiple, di solito, perché non farlo ancora?

 

Difficile trovare una risposta, forse per variare o solo per una scelta di marketing, peraltro inesatta: sarebbe bastato fare piccoli spoiler su Fallout 4 come ricompensa per le missioni più importanti e allora sì che ci sarebbe stato molto da giocare, mentre così si finisce per odiare il vault come fosse il proprio peggior nemico.

 

La totale gratuità del titolo, tuttavia, relega questi dubbi all'oscurità, e ci fa provare comunque un gingillo carino per qualche giorno. Aspettando Novembre.

Vota questo articolo
(1 Vota)
Letto 1337 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.