"Romeo e Giulietta”, la tragedia eterna di William Shakespeare nell’adattamento e regia di Carmen Pommella

Domenica, 29 Marzo 2015 11:11
  

“Romeo e Giulietta” è una tragedia di William Shakespeare, con l’adattamento e regia di Carmen Pommella. Prodotto da Le Pecore nere srl  ( Angela De Matteo, Massimo De Matteo, Peppe Miale). Andato in scena il 25 e 26 Marzo al teatro delle Palme di Napoli.

 

Personaggi e Interpreti 

Giulietta Annarita Ferraro
Romeo Orazio Cerino
Mercuzio Adriano Falivene
Tebaldo Renato De Simone
Balia Simona Esposito
Donna Capuleti Lorena Leone
Benvolio Agostino Pannone
Maestro Lorenzo/ Pietro Salvatore Esposito

Disegno luci di Salvatore Palladino .

Tutti noi, almeno una volta, abbiamo sognato nella vita di amare con l’intensità e purezza di Romeo e Giulietta. Tutti, almeno una volta, abbiamo amato un/a ragazzo/a nonostante il parere contrario dei genitori.

"Romeo e Giulietta" è forse la storia  d’amore più bella mai scritta, ma è sicuramente la più rappresentata a teatro e al cinema. Due personaggi che rappresentano una sfida e un fascino per ogni attore.

Seppure la storia sia nota non stanca mai e, ogni volta, lo spettatore si emoziona seguendo le tragiche vicende dei due giovani protagonisti. "Romeo e Giulietta" è una storia sempre attuale e che si presta anche ai differenti adattamenti teatrali e cinematografici. Eppure basta poco per rendere una storia unica qualcosa di orribile e indigesto.

Un esempio? Qualche mese fa  Mediaset ha proposto un miniserie tv in due puntate della tragedia ambientandola nel Mediodevo con protagonisti Alessandra Mastronardi e Manuel Rivas. Ebbene, bastavano solo pochi minuti di visione di questa mininiserie per gettarti nello sconforto più totale e, soprattutto, per provocare un terremoto sulla tomba di William Shakespeare. Una recita parrocchiale avrebbe meritato sicuramente un plauso più convinto. Personalmente, portandone pesanti segni, avevo giurato di girare al largo da qualsiasi tipo di Romeo e Giulietta almeno nel medio periodo.

Quando però l’amico Orazio Cerino mi ha invitato a vedere il suo Romeo, conoscendo il suo talento, ho deciso di rischiare e ho preso un treno per Napoli all’alba mercoledi scorso.

Una levataccia che è stata premiata dal riuscito e intenso spettacolo che ho visto. Cambiare, modificare, adattare non è da tutti e là si vede la capacità creativa e il talento di un regista.

Carmen Pommella ha vinto la sfida portando una versione “rock" di "Romeo e Giulietta", divertendo il giovane e attento pubblico di ragazzi e unendo efficacemente modernità e tradizione.

Ambientato ai giorni nostri e, soprattutto, in atmosfera fresca, dinamica e frizzante, lo spettatore osserva e scruta le tensioni tra Montecchi e Capuleti che si tramutano in scontri e violenze per strada.

I dialoghi e le scene dei personaggi sono caratterizzati da belle e orecchiabili canzoni che scandiscono i momenti comici e tragici, garantendo un ritmo costante e un crescente pathos narrativo.

Se il primo atto è più innovativo e dinamico, qui la figura di Mercuzio domina la scena grazie alla brillante e intensa interpretazione di Adriano Falivene, che unisce verve e intensità a una forte personalità, nel secondo atto Romeo (Cerino) e Giulietta (Ferraro), come è  giusto che sia, si prendono le luci della ribalta, mostrando cosa significhi essere una coppia artistica, grazie ad una intensa e riuscita recitazione, facendo nascere empatia con il pubblico e suscitando emozione e commozione nel tragico finale.

Se tutto il cast è degno di un plauso, per passione e partecipazione, non si può non menzionare le divertenti e  credibili perfomance di Simona Esposito come Balia e Salvatore Esposito come Maestro Lorenzo.

“Romeo e Giulietta”  racconta l’amore per eccellenza  e questo spettacolo ne rende un  accurato e degno omaggio ma, soprattutto, avvicina lo spettatore a William Shakespeare, particolare importante visti i recenti precedenti, a dir poco indecenti.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.