MYGENERATION porta il giornalismo a scuola: la prima lezione

Martedì, 24 Febbraio 2015 21:06
  

C'era una volta una rivista giovane e un'associazione culturale nata dalla volontà di un gruppo di ragazzi di creare spazio. Sì, spazio. Spazio per le generazioni di domani, spazio per il futuro cui nessuno presta attenzione. Un messaggio: questa è la nostra generazione. La generazione dei ragazzi che non si arrendono alle ingiustizie della vita, di quelli che se non hanno un'occasione dal mondo, l'occasione se la creano da soli.

Ecco, MYGENERATION è l'occasione, l'esperienza, la crescita, la rivoluzione dei senza voce.

Siamo noi, la generazione dei giovani fino ai trentacinque anni, la generazione dei disoccupati che non sanno accontentarsi, la generazione degli ansiosi, degli illusi, la generazione dei vecchi già all'università, la generazione della cultura che non compra il pane, la generazione del lavoro gratuito e dei compensi in "visibilità".


Ma siamo anche la generazione della speranza che non muore, la generazione dei creativi, di quelli che riescono a dar forma ai sogni, nonostante tutto.


Oggi, in questo resoconto, che più che ad un articolo somiglia ad una pagina di diario, desidero raccontare un'esperienza bellissima, una di quelle esperienze che ti cambiano la vita, ti cambiano il modo di guardare il mondo e ti cambiano, punto. Grazie al meraviglioso progetto CreativaMente dell'associazione l'Ascolto, ideato da Gianluca Masone per le scuole elementari e medie inferiori, la redazione della rivista MYGENERATIONWEB, attraverso un laboratorio di giornalismo pensato su misura per i più piccoli, ha potuto condividere le proprie esperienze, maturate nel corso degli anni, con gli allievi dell'Istituto Comprensivo Volino Croce Arcoleo, nel cuore di Napoli.


L'associazione L'Ascolto ci ha chiesto di intervenire come esperti nel settore del giornalismo e non vediamo l'ora di cominciare. La prima lezione supera ogni nostra previsione: subito, dal primo momento in cui abbiamo fatto il nostro ingresso in aula e abbiamo trovato sulla lavagna la scritta "Buonasera giornaliste, vi vogliamo bene", abbiamo sentito l'affetto di tutta questa stupenda classe. Un'accoglienza migliore di questa sono sicura non esista. I ragazzi sorridenti, la scuola che sembra fare finalmente qualcosa di buono (come supportare le idee dell'eccellente Masone), un progetto che li tenga occupati senza annoiarli ed insegnando loro qualcosa di pratico, di diverso, che non si apprende attraverso il programma ministeriale.


Primo incontro del 21 novembre 2014: introduzione al laboratorio, presentazioni, definizione di giornalismo, differenza fra quotidiani, riviste e agenzie di stampa, breve storia del giornalismo, in cosa consiste il lavoro del giornalista, cosa vuol dire linea editoriale, confronto e giochi.


Sentiamo un po' il peso delle aspettative dei ragazzi che hanno scelto di partecipare a questo progetto, speriamo di non deluderli, di divertirli, di rendere gli argomenti interessanti, di aprire dinanzi alle loro menti ansiose di apprendere, una finestra sul lavoro che sognano, che sognamo, che facciamo. Una finestra sul coraggio, sulla ricerca della verità, sulla libertà, sull'importanza dell'informazione.


Siamo alla fine della prima lezione e già non vorremmo lasciarli mai più.


Facciamo un gioco, un'estrazione: scriviamo i nomi di tutti i ragazzi su dei piccoli foglietti di carta, creiamo delle sezioni, estraiamo i nomi del direttore, dei caporedattori e dei redattori.


Ecco, siamo pronti, MYGENERATION Junior è work in progress.


Alla prossima lezione.

 

11002120 10203852077011400 787398255 o2

Vota questo articolo
(2 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.