Assassin's Creed: Uniti o Farabutti?

Lunedì, 01 Dicembre 2014 00:00
  

Ve lo siete chiesti anche voi eh? Quando i soldi scarseggiano, quando la paghetta è lontana e le console si fanno battaglia tra loro, a cosa diamo ascolto? All'Assassino che è i noi, che lotta per il libero arbitrio nella Francia Rivoluzionaria, o a quella voce più oscura, più crudele, che ci dice che forse il Credo non è poi così buono? Arno Dorian o Shay Cormac? Uniti o Farabutti? Andiamo a vedere.

 

AC Rogue - Northwest Passage

 

Cominciamo con il parlare di un primo grande punto di distanza tra i due titoli: la generazione. Rogue infatti è stato pensato per chiudere l'old gen (Xbox 360 e PS3) mentre Unity per inaugurare la nuova (PS4, Xbox One, e PC). La differenza si vede, in effetti, dal momento che il primo ha molto in comune (anche in fatto di ambientazione) con Assassin's Creed 3, mentre il secondo sembra intraprendere una via del tutto nuova, sicuramente più sviluppata dal punto di vista tecnico e, pochino pochino, addirittura di gameplay.
Per il resto, si sa, gli Assassin's Creed non si discostano mai troppo l'uno dall'altro, quindi anche in Unity non crediate di trovare un gameplay completamente diverso, semmai più complesso, con qualche pattern di attacco meno prevedibile da parte dei nostri nemici, ma alla fine le missioni e le modalità per eseguirle resteranno sostanzialmente le stesse. Di interessante ci sono le ambientazioni, e qui Unity la spunta solo perché, da bravo titolo next-gen, può sparare in faccia al giocatore dettagli infinitesimali della Francia Rivoluzionaria (altro che montagne innevate), e far immergere il giocatore in una città che sembra più vera che mai.

 

AC-Unity-official

 

Quindi Rogue ha perso, Unity ha vinto, e se avete solo settanta euro tanto vale puntare su quest'ultimo? Assolutamente no. Quello che manca ad Arno Dorian, infatti, non è un gameplay parzialmente rinnovato, e neppure una cooperativa soddisfacente, bensì l'audacia: Rogue per la prima volta mette in discussione un titolo, mette in discussione l'idea che gli Assassini siano persone buone, o comunque che la tanto decantata libertà di scegliere porti infine a buoni risultati. Era dai tempi del padre di Connor che volevo immergermi a fondo nella storia di un templare, capire quali fossero le loro motivazioni e come il Padre della Comprensione fosse una figura sentita, non un'entità astratta da invocare per fare scena. Con Rogue potremmo avere questa opportunità.

 

Niente di nuovo sotto al sole, insomma: ancora una volta, è opinione di chi scrive, che una trama potenzialmente più ricca di spunti dovrebbe valere di più di un'ambientazione da sogno. Se avete ancora entrambe le generazioni di console, dunque, il consiglio è: comprare Unity per primo, ma solo perché essendo un titolo online si svaluta più lentamente, in modo da poterlo riportare in negozio per poi prendere Rogue senza sborsare un patrimonio. I titoli sono entrambi validi, e che siate o no affini al credo, lasciatevi aperta almeno la possibilità di scoprire cosa c'è dall'altro lato.

Vota questo articolo
(6 Voti)
Letto 1447 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.