Zerocalcare reloaded: ecco "Dimentica il mio nome"!

Giovedì, 16 Ottobre 2014 00:00
  

Qualche mese fa, al Salone del Libro di Torino, Zerocalcare ha fatto una chiacchierata pubblica con il suo editore, Michele Foschini della BAO Publishing. In quell'occasione è stata chiarita la natura strettamente personale della storia oggetto libro in uscita: insomma, eravamo stati avvisati. Dimentica il Mio Nome è in qualche modo un ritorno alle origini – anche La Profezia dell'Armadillo raccontava una situazione dolorosa realmente vissuta – ma è anche un vero spartiacque nella la carriera del fumettista di Rebibbia.


Quello che abbiamo imparato ad apprezzare ogni maledetto lunedì su due, grazie ad una sconfinata cultura pop che fa rivedere pezzi interi della nostra vita nella sua, è Zerocalcare. Ovviamente le sue sopracciglia sostanziose e gli amici strampalati non ci abbandonano in questo volume, ma insieme all'Armadillo stavolta troviamo soprattutto Michele Rech, straordinario narratore di una storia difficile quanto intricata e affascinante. Il libro si sviluppa in 236 pagine di disegni e parole in bianco, nero ed arancione e, come sempre, si sorride, si ride, ci si immedesima. Solo i lettori più attenti comprenderanno che dietro all'apparente scorrevolezza si staglia la fatica enorme dell'autore, che ha misurato ogni parola e pesato ogni tratto per poter condividere qualcosa di particolare e controverso, tutelando comunque l'intimità della sua famiglia.


Volutamente, non rivelo nulla della trama: sarebbe un peccato, meritate di scoprire tutto da soli, dal 16 ottobre. Sappiate solo che cose e persone non sono davvero mai, mai, mai come sembrano.

Vota questo articolo
(1 Vota)
Letto 980 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.