Il diritto allo studio negato: un probabile lieto fine per l'Università di Salerno

Sabato, 03 Novembre 2012 16:06
  

A volte la vita riesce a sorprendere positivamente, somigliando quasi ad una favola, ma risultando anche migliore, perché, nella realtà, può succedere ciò che non ti aspetti. Può accadere persino che un gruppo di studenti, in sciopero per far valere il proprio diritto allo studio, venga finalmente ascoltato. Come ogni racconto fantastico che si rispetti, si arriva dunque a un lieto fine che, nel caso dell’Università di Salerno, corrisponde alla firma dei contratti per i professori della facoltà di Medicina con il conseguente inizio dei tirocini fissato per il 6 novembre. Tanto agognati e necessari sono questi tirocini, soprattutto per i neolaureati in medicina che, senza i canonici tre mesi previsti dalla legge, non avrebbero avuto accesso all’esame di Stato per l’abilitazione, che sarebbe un po’ come trasformare una sudata laurea in carta straccia. ‘Dog days are over’, potremmo dire, citando una famosa canzone, anche se la questione non è ancora chiusa del tutto. Siamo alle ultime battute, il protocollo d’intesa è stato firmato ed è ormai al vaglio del Ministero. Il 15 ottobre scorso, giorno della chiusura delle aule disposta da Elvira Lenzi, sembra lontano, ma bisognerà aspettare dicembre per mettere definitivamente la parola fine alla vicenda. Da questa storia è però già possibile trarre una lezione ed è il motivo per cui abbiamo ritenuto doveroso tornare sull’argomento. Combattere i soprusi, con l’intento di costruire un domani migliore, è, non solo necessario, ma anche un dovere di tutti e, in particolare, dei giovani. Gli studenti di medicina di Salerno hanno dimostrato che, quando si lotta per qualcosa di giusto e di dovuto, anche in una società come la nostra, in cui riconosciamo una prevalenza di gente corrotta, politici ladri e modelli di dubbia morale, è importante scoprire che un’alternativa esiste, rappresenta forse la strada più difficile da perseguire, ma porterà a grandi soddisfazioni.

Vota questo articolo
(6 Voti)
Emma Di Lorenzo

I leave to others the conviction of being the best, for me I want the certainty that in life you can always improve.

 Marilyn Monroe

 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.