Liberalizzazione: la rivolta dei tassisti e le promesse dimenticate

Mercoledì, 11 Gennaio 2012 19:41
  

Tassisti in rivolta: tutti fermi il 23 gennaio. Le liberalizzazioni proposte dal "governo Monti", ad alcuni non vanno a genio. In sostanza, i benzinai saranno liberi di rifornirsi ovunque vorranno valutando in base al prezzo. Potranno inoltre vendere nei distributori giornali, sigarette e alimentari e riscattare, da soli o in cooperativa, gli impianti dove lavorano. Il decreto è ancora in fase di elaborazione e tende al superamento delle forme di esclusiva delle compagnie. Tuttavia la preoccupazione sale in relazione alla possibilità che conseguenze negative ricadano su categorie già svantaggiate. Cresce anche il disappunto riguardo alcune promesse non mantenute dal governo tecnico, tra cui quella di diminuire i costi della politica. A quanto pare la proposta di eliminare i vitalizi d'oro dei deputati, sarà effettiva solo a partire dalla prossima legislatura. E ancora una volta, dall'alto dei cieli, la grazia scende sugli onorevoli: tante care cose a chi si ammazza di lavoro e si accolla tutto il peso del debito pubblico.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.